Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mazzeo: “Battere il Foligno primo passo verso la risalita”

Mazzeo: “Battere il Foligno primo passo verso la risalita”

E sui problemi in zona gol: “Può capitare di avere un momento no. Stiamo lavorando per sbloccarci e presto faremo sentire il nostro peso in avanti”.

14_-_mazzeo_ci_prova

Fabio Mazzeo palla al piede a Nocera

Vincere e iniziare a macinare reti e belle prestazioni. E’ questo il diktat di mister Somma che, per far punti, ha inevitabilmente bisogno di trovare le reti dei suoi uomini d’attacco. Uno di questi è Fabio Mazzeo (27), giocatore di indubbie qualità che in questo inizio di stagione ha non è riuscito a contribuire in zona gol. L’attaccante spiega il momento che sta attraversando e più in generale l’avvio della truppa rossoblù. “Sono arrivato qui a Cosenza e il mio stato di forma non era dei migliori. Ora ho recuperato ma l’imprecisione e un pizzico di sfortuna mi hanno impedito di buttare la palla in rete con regolarità. Ho commesso errori che in genere non faccio ma è solo un momento nero e, come tale, va superato con serenità e senza pressione, altrimenti rischia di penalizzarti. Tutto il reparto offensivo sta facendo fatica ma presto inizieremo a far sentire il nostro peso, a mettere in mostra tutte le nostre qualità e a far breccia nelle difese avversarie”. Ora c’è bisogno di iniziare a fare risultati. La classifica è sempre più deficitaria e il Cosenza deve uscire da questo periodo e sbloccarsi psicologicamente. E’ proprio la condizione mentale secondo Mazzeo, il limite che ha penalizzato finora la squadra. “E’ chiaro che un po’ la paura frena testa e gambe. La abbiamo avvertita ma stiamo lavorando per superare questi blocchi e invertire la marcia. Abbiamo comunque notato che la squadra inizia a correre e a creare più occasioni e questo è sintomatico del buon lavoro che Somma sta svolgendo da quando è in panchina”. Le scuse e le parole però ora non bastano più. Mazzeo spera che i lupi possano iniziare a vincere e inanellare successi già da domenica e fa qualche precisazione su suo ruolo in campo. “Ho giocato in questa posizione l’anno scorso a Frosinone ma già a Perugia fui impiegato in quella zona del campo per tutta la stagione. Mi piace ed esalta le mio qualità. Ora mi manca solo il gol e spero di poter esultare già domenica contro il Foligno. Se anche la rete non dovesse arrivare è importante vincere e compiere il primo passo verso una risalita in classifica certamente possibile. Vedere il Cosenza quasi in zona play out fa male al gruppo ed abbiamo voglia di esultare insieme ai nostri tifosi e riconquistare subito il posto che ci spetta nelle zone alte della graduatoria”. (co. ch.)

Related posts