Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma non bada a fronzoli: “Bene Cosenza, oggi contava vincere”

Somma non bada a fronzoli: “Bene Cosenza, oggi contava vincere”

“Tre punti pesanti che allontanano le difficoltà delle ultime settimane”. E sul derby: “La piazza sente particolarmente questo match e vogliamo  fare bella figura”.

somma1

Il tecnico del Cosenza Somma indica
la strada giusta… (foto rosito)

Arriva alla terza panchina in rossoblù la prima vittoria per Mario Somma. Il tecnino, da quando è alla guida della compagine silana, non ha mai perso la pazienza, lavorando molto e curando minuziosamente diversi dettagli. I problemi dei rossoblù, frenati dalla paura e dai malumori della piazza, sono stati messi alle spalle dopo la meritata rete di Biancolino ed il tecnico può finalmente gioire in un match dove ha azzeccato tutte le mosse. “Siamo contenti perché era fondamentale vincere. Sono arrivati tre punti che si fanno sentire in classifica e danno morale ad un gruppo che aveva bisogno di una scossa. E’ chiaro che il gioco non è ancora dei migliori ma una evoluzione si è notata e continuando a lavorare così troveremo la giusta condizione e risultati soddisfacenti”. Chiusa la settimana con un successo, si inizierà a pensare al derby di Coppa Italia. Somma non sottovaluta l’impegno. “So quanto la piazza sente questo incontro. Noi vogliamo assolutamente fare bella figura per fare un regalo ai nostri tifosi e, soprattutto, per dare continuità a questa vittoria. Ho detto ai ragazzi di riposare, di stare sereni e di mantenere la concentrazione vista oggi al San Vito”. Poi un giudizio sull’arbitraggio, apparso francamente inadeguato per una partita di Prima Divisione. “Non voglio lamentarmi ma il metro adottato dal direttore di gara mi è sembrato poco corretto. “Abbiamo preso una ammonizione ai danni di Fanucci davvero inesistente ed un rosso, quello sventolato ad Essabr, che onestamente non ho capito. Il calciatore stava semplicemente chiedendo all’arbitro di ascoltare il suo collaboratore e per questo è stato mandato negli spogliatoti. Per non parlare del fallo in area su Biancolino. Quello è rigore netto ma se anche si considera fuori area devi dare il rosso al difensore del Foligno che ha fatto fallo da ultimo uomo. Conta poco comunque, perché era importante anche con tutte le difficoltà portare a casa una vittoria fra le mura amiche. E lo ha fatto con tanto sacrificio il Cosenza. L’uomo simbolo della voglia di reagire è Matteini, attaccante schierato da difensore laterale. Il giocatore toscano ha fornito una prestazione impressionante per grinta e determinazione. Somma racconta il perché del suo impiego da terzino. “Quando il calciatore si è reso conto dell’indisponibilità di Musca e dei problemi d’organico è venuto dal sottoscritto, dicendomi di essere pronto a ricoprire quel ruolo. Quando vedi un giocatore così motivato non devi dire nulla per non turbare il suo equilibrio ed ho accettato di buon grado. Il risultato è sotto gli occhi di tutti”. In chiusura un pensiero per Fanucci ed un invito al gruppo. “Voglio fare un plauso al nostro difensore centrale perché anche sotto pressione ha giocato una buona gara. Il pubblico spesso lo becca e lui invece ha guidato la difesa da gran giocatore. E’ un professionista valido ed oggi ha dimostrato il suo valore. Lo ha fatto così come tutto il gruppo. Ai miei ragazzi dico di lavorare e di mantenere la serenità venutasi a creare dopo questo successo perché non si può vanificare un successo così importante”. (c.c.)

Related posts