Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma è carico: “Il Cosenza cercherà la prestazione”

Il tecnico sottolinea che il risultato positivo è solo una delle componenti di una buona partita. Poi motiva le sue scelte e sottolinea che ci saranno tre Berretti.

presentazione_somma

Mario Somma, tecnico dei Lupi

Una cosa è certa, Mario Somma è uno che le cose non le manda a dire. Non lo fa in campo, non lo fa negli spogliatoi e nemmeno in sala stampa. Bene così, un allenatore di polso è la base di un progetto che vuole essere vincente e poi confrontarsi su questione tecniche è sempre positivo. “Seppure ai rigori – spiega il coach di Latina – il derby col Catanzaro lo abbiamo vinto. Avevo necessità di fare una serie di esperimenti e siccome non c’era spazio in settimana, dovevo per forza farli contro un avversario probante. Degano può ricoprire diversi ruoli, ma l’ho provato in mezzo al campo dato che nel corso della stagione ci tornerà utile lì nel cerchio di centrocampo. Anche io vorrei avere a disposizione Stefano Fiore, ma purtroppo al momento non c’è. Roselli? In alcune situazioni mi servirà qualcuno che pressi alto il portatore di palla avversario e chi meglio di lui? Vedete, non sono l’ultimo arrivato e se prendo delle decisioni che inizialmente appaiono strane c’è sempre un perché”. All’allenatore è giusto concedere tutte le attenuanti del caso, non solo perché le ha realmente, ma perché uno come lui in giro non si trova nemmeno a pagarlo a peso d’oro. Sta cercando di trarre il massimo da un gruppo ridotto al lumicino (“tutti gli infortunati hanno lo stesso problema”) e sta riuscendo a far registrare piccoli progressi di giorno in giorno. “A Gela giocherà Scarnato. Rispetto a Wagner ha più la malizia del difensore. In panchina invece porterò Sommario e Gagliardi. Non c’è più nessuno disponibile, nemmeno Roselli che comunque verrà con noi a Catania (sede del quartier generale rossoblù) come diciottesimo. Recuperare qualche acciaccato servirà anche a dare stimoli maggiori a chi adesso non è al top”. In queste situazioni non è immaginabile fare dei miracoli, ma il lavoro quotidiano è da apprezzare. “Il derby ha lasciato qualcosa di positivo. Ho ritrovato la squadra attenta e concentrata come se quei penalty avessero acceso una lampadina”. Capitolo Gela. “Il Cosenza andrà in Sicilia per cercare la prestazione, il risultato è soltanto una delle componenti. Guai a demoralizzarsi e sono sicuro che contro una squadra forte come quella biancoblù faremo un match maiuscolo”.  (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it