Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gela-Cosenza: le pagelle

Voti alti per tutti, ma il vero capolavoro l’ha compiuto Somma. Da un gruppo spremuto all’osso da infortuni e squalifiche ha tratto il massimo mettendo a tacere le critiche.

esultanza_gela

E’ festa grande a Gela dopo
il fischio finale (foto ventura)

E’ questo il Cosenza che può far infiammare la piazza. Forte, autorevole, presuntuoso e consapevole di essere il più forte. La vittoria di Gela è arrivata quando ben pochi avrebbero più dato credito al manipolo di ragazzi partiti per la difficile trasferta. Tra infortuni e squalifiche Somma si è ritrovato 18 calciatori contati dovendo schierare due ragazzi del ’93. I Lupi hanno tolto fuori gli artigli e la crescita di Coletti, Daud e Di Bari, unita alla prestazione straordinaria sciorinata da Mazzeo e Degano, ha permesso di mandare segnali al campionato. Tanto di cappello a Mario Somma, come detto in settimana allenatore di categoria superiore e da tenersi stretto. Ecco tutti i voti:
PETROCCO: voto 6 La sua presenza dà sicurezza a tutti quanti Questa domenica non è chiamato a compiere interventi decisivi, ma è elemento importantissimo.
SCARNATO: voto 6,5 Ha diciassette anni ed ha esordito in maglia rossoblù in una sfida delicatissima. Schierato sulla corsia destra nella ripresa ha giocato anche al fianco di Raimondi non demeritando mai. Complimenti.
RAIMONDI: voto 6,5 E’ il leader del reparto difensivo e non sbaglia un colpo. E’ tornato improvvisamente sui livelli di inizio stagione e guida i compagni di reparto.
DI BARI: voto 6,5 Match senza sbavature e lineare. Contrariamente alle indicazioni della vigilia viene confermato in mezzo. A fine primo tempo coglie anche una traversa su un tap-in di testa.
MATTEINI: voto 6,5 Destra o sinistra il compagno Davide ha trovato il modo di rinascere. Sopperisce con la grinta e l’abnegazione ad un ruolo al quale deve adattarsi di domenica in domenica.
DE ROSE: voto 6,5 Livelli altissimi i suoi, ma non è una novità. Partite come questa lo esaltano. La fascia di capitano gli dona sempre di più.
COLETTI: voto 6,5 Finalmente anche l’ex calciatore del Pescara inizia a crescere a vista d’occhio. Buone alcune sue progressioni e dei lanci millimetrici.
DAUD: voto 7 Non solo trova un gol bellissimo, ma è una spina costante nel fianco degli avversari. Esce nella ripresa per ragioni prettamente tattiche.
MAZZEO: voto 8 Eccolo qui il fuoriclasse che il Cosenza ha strappato alle concorrenti di B ad agosto. Pennella, rifinisce, sgomita e segna una doppietta. Se trovasse continuità di rendimento sognare tornerebbe d’attualità.
DEGANO: voto 7,5 Stesso discorso fatto per Mazzeo. La sua prestazione odierna è stata da categoria superiore.
BIANCOLINO: voto 6,5 Se non fosse stato per una maledetta zolla avrebbe siglato il suo quarto gol consecutivo. Fa a sportellate con i difensori del Gela e crea spazi per gli inserimenti.
SOMMA: voto 8 Un capolavoro. Disegna una squadra che tiene botta all’ex vicecapolista del campionato imponendo il suo gioco. Dà le giuste motivazioni alla squadra che risponde alla grande. Nella ripresa passa al 4-3-3 e non rischiapiù niente. Il Cosenza ha un grande tecnico. Concede un giorno di riposo in più ai suoi uomini, si riprende mercoledì

subentrati:
ROSELLI: voto 6,5 Fabio non è al meglio, ma quando c’è bisogno di un mediano come lui non si tira indietro e stringe i denti. Ottime alcune sortite offensive.
GAGLIARDI: SV
WAGNER: SV

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it