Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma: “Cosenza, ora serve continuità”

Somma: “Cosenza, ora serve continuità”

Su Franchini sottolinea: “Si è stirato, vedo difficile un suo tesseramento”. Poi elogia Scarnato: “Ha giocato da veterano contro avversari come Stamilla e Docente”.

somma

Mario Somma sta conquistando tutti

Prosegue la marcia del Cosenza che lavora in vista del delicato incrocio casalingo con il Lanciano. Mario Somma, dopo il nuovo successo ottenuto ai danni del Gela, sta provando la squadra che avrà il compito di blindare la porta del San Vito e dare continuità ai risultati finora ottenuti in campionato. “E’ una settimana tranquilla e il gruppo sta lavorando bene in vista di una partita che nasconde diverse insidie. La vittoria con il Gela e quella con il Catanzaro hanno dato grinta e morale ad una squadra che sta crescendo. Ho visto una formazione più tonica e finalmente riescono anche le giocate dei nostri uomini migliori perché la condizione fisica è migliorata e ci consente di interpretare diversamente le situazioni di gioco”. Chiuso il capitolo Gela ora si pensa al Lanciano, indubbiamente fra le compagini qualitativamente meglio attrezzate del torneo. Somma non si fida della Virtus. “Se con il Gela abbiamo visto un match scoppiettante, contro i nostri prossimi avversari la musica potrebbe cambiare perché entrambe le squadre vogliono portare a casa punti pesanti e non sarà facile trovare spazi liberi. Dobbiamo metterci alle spalle la vittoria di domenica scorsa e dare il massimo perché al San Vito arriva un gruppo non facile da affrontare. Io conosco bene Roberto D’Aversa e Di Gennaro, due calciatori forti ed esperti che hanno alle spalle esperienze importanti e possono cambiare in ogni momento l’andamento della gara. Hanno tutte le carte in regola per far bene ma noi dobbiamo smuovere la classifica ed abbiamo l’obbligo di dare continuità al lavoro svolto fino a questo momento”. Cerca gli uomini giusti Mario Somma, in vista di un match che si preannuncia combattuto. Il tecnico pare avere le idee chiare e si sofferma sulle prestazioni dei suoi calciatori. “In linea di massima l’undici titolare ricalcherà quello che ha ben figurato contro il Gela. Ci sarà il rientro di Fanucci e Matteini continuerà a muoversi da esterno basso perché sta facendo davvero molto bene. Sono contento anche per il lavoro svolto da Degano che si sta sacrificando per dare equilibrio ad una squadra che ha voglia di migliorarsi. Permettetemi però di fare una menzione speciale al lavoro svolto da Scarnato. E’ un ragazzo classe 93’ che non ha ceduto il passo a giocatori importanti come Docente e Stamilla. Li ha fronteggiati con grinta e sotto il profilo emotivo ha sfoderato una prestazione da veterano”. Poi un chiarimento sulla posizione di Franchini, vittima di uno stiramento. “Purtroppo è già fermo ai box ma è naturale perché questo ragazzo da tempo non aveva i ritmi giusti. Credo che non riuscirà a mettersi al passo con i compagni neanche per gennaio quindi vedo difficile un suo ingaggio da parte del Cosenza”. Chiusura dedicata alla situazione degli infortunati che pare essere in via di risoluzione. “Si stanno allenando in gruppo Adriano Fiore e Bernardi. Stefano invece, pomeriggio sosterrà la seduta con il gruppo e se in questi due giorni offrirà le dovute garanzie, così come tutti speriamo, potrebbe andare in panchina”.  (f. p.)

Related posts