Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Lucchese ferma la Nocerina nel posticipo del dodicesimo turno (0-0)

La Lucchese ferma la Nocerina nel posticipo del dodicesimo turno (0-0)

Pareggio a reti bianche tutto sommato giusto maturato sotto la pioggia. I padroni di casa tornano a far punti, mentre i campani rinforzano il loro primato.

auteri-negro

Auteri e Maikol Negro della Nocerina

Finisce senza né vincitori né vinti il posticipo della dodicesima giornata di Lega Pro tra Lucchese e Nocerina. Uno 0-0 tutto sommato giusto che ha visto due squadre confrontarsi a viso aperto nonostante le avverse condizioni meteorologiche e un terreno di gioco reso viscido dall’abbondante pioggia. Formazioni quasi annunciate in campo. I padroni di casa devono rinunciare a Bertoli squalificato e Biggi, Baldanzeddu e Taddeucci infortunati. Rientra Schenetti, finalmente recuperato. 4-3-3 per Indiani che schiera Mariotti, Pezzi, Lollini e Bova in difesa, Chadi, Piccinni e Carloto a centrocampo e il tridente Pera, Marotta e Marasco in attacco. Auteri conferma lo stesso undici che sette giorni fa ha battuto il Taranto con l’unica novità rappresentata da Galizia che sostituisce l’influenzato dell’ultima ora Catania Gli uomini di Indiani partono con il piede pigiato sull’acceleratore e al 9′ Mariotti serve in profondità Pera che sul filo del fuorigioco si accentra e conclude a lato. Passano tre minuti ed ancora la Lucchese a farsi pericolosa dalla parti di Gori. Questa Marotta che raccoglie un lancio lungo proveniente dalle retrovie, supera Di Maio e conclude da posizione defilata. Il numero uno ospite si fa trovare pronto e fa sua la sfera. Per annotare la prima azione della Nocerina bisogna attendere il 23′. astaldo ruba palla sulla trequarti e serve Negro che leggermente defilato sulla destra nono ci pensa su due volte e prova la conclusione a giro improvvisa quanto precisa che costringe Pennesi ad un’affannosa respinta in angolo. Al 32′ ancora Negro protagonista. Doppio passo e tiro, sul rimpallo si fa trovare pronto Bolzan la cui conclusione a botta sicura viene deviata in angolo. Sul corner seguente spizzica di testa Galizia, ma a De Franco non riesce di un soffio il tap-in vincente da pochi passi. Nonostante il campo pesante le azioni si susseguono senza sosta e al 33′ sul capovolgimento di fronte Pera va via sulla destra, mette un invitante pallone al centro sul quale si avventa Marotta che si vede deviare la conclusione in angolo da Filosa. Il corner viene battuto a sorpresa dai rossoneri di casa con Marotta che in evidente posizione di fuori gioco ribadisce in rete quando l’arbitro aveva già fischiato. Il goal viene giustamente annullato tra le timide proteste del numero nove toscano. Nei minuti finali della prima frazione ci prova due volte Negro dalla distanza nel tentativo di sfruttare il terreno di gioco scivoloso senza successo. L’ultimo sussulto lo regala Galizia che al 44′ concluse di testa su cross di Scalise ma non riesce ad imprimere la giusta forza al pallone. L’attaccante napoletano ancora protagonista al rientro delle squadre in campo. Dopo quattro minuti infatti reclama il calcio di rigore per una manata di Bova che per mettere una pezza su un errore marchiano della difesa toscana probabilmente lo trattiene. dello stesso avviso il Sig. Fabbriche lascia continuare. Al 9’st ha sul sinistro il pallone buono per portare in vantaggio i suoi ma sulla conclusione a volo da pochi passi si immola Lollini che devia la sfera con il corpo ed evita il goal. Break toscano al 3’st. Batti e ribatti al limite della difesa rossonera, arriva Chadi e spara da fuori area un missile in diagonale che Gori para a terra. Sette minuti dopo la Nocerina invoca ancora il calcio di rigore. Castaldo viene trattenuto in area ma riesce comunque in mezza girata a concludere verso la porta difesa da Pennesi il tiro però è centrale e il numero uno di casa blocca senza difficoltà. Anche in questo caso per l’arbitro è tutto regolare. Risponde la Lucchese al 28’st. Il neo entrato Grassi ci prova dalla distanza, la sua conclusione a spiovere mette in grossa difficoltà Gori costretto a rifugiarsi in angolo con uno spettacolare colpo di reni. Brividi per la Nocerina al 31’st. Ingenuità di De Franco che regala palla a Pera al limite, l’attaccante della Lucchese si invola verso la porta difesa da Gori. Provvidenziale il ritorno del numero 4 rossonero che con un intervento ai limiti del regolamento, tra le proteste dei padroni di casa, sbilancia Pera di quel tanto che basta per evitargli la conclusione vincente. E’ l’ultima azione degna di nota. C’è tempo solo per qualche cambio da una parte e dall’altra prima del triplice fischio finale che manda le squadre negli spogliatoi. Un punto per parte, che fa morale per la Lucchese e consente alla Nocerina di tenersi stretta la prima posizione e di guardare con ottimismo al derby di domenica prossima contro la Juve Stabia. (Francesco Cuomo – forzanocerina.it)

Il tabellino:

LUCCHESE (4-3-3): Pennesi 6, Mariotti 6, Pezzi 6, Lollini 6,5, Bova 6,5, Merai 6(37’st Costantini sv), Carloto 6, Piccinni 5,5, Marasco 5,5 (22’st Grassi sv), Marotta 5,5, Pera 5,5. A disp. Pardin, Galli, Petri, Pondaco, Schenetti. All. Indiani

NOCERINA (3-4-3): Gori 6,5, Di Maio 6, Filosa 6,5 (46’st Pomante sv), De Franco 6, Bruno 6 (37’st Marsili sv), De Liguori 6,5, Scalise 6, Bolzan 6,5, Castaldo 5,5, Negro 5,5, Galizia 5. A disp. Amabile, Servi, Pepe, Nigro, Riccio. All. Auteri

ARBITRO: Fabbri di Ravenna
NOTE: Spettatori circa 2mila con discreta rappresentanza ospite. Ammoniti: Merai(L), Filosa(N), Mariotti(L), Bova(L). Corner: 7-3 per la Lucchese. Recupero: 1′ pt – 2′ st

Related posts