Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il “Degli Ulivi” mai violato dai Lupi. Andria-Cosenza: i precedenti

Il “Degli Ulivi” mai violato dai Lupi. Andria-Cosenza: i precedenti

Il sette maggio del 1995 Enrico Buonocore regalò un’autentica prodezza sotto il settore ospiti. L’anno scorso invece Maccan approfittò di uno svarione rossoblù.

stagione_93-94_cosenza-brescia1

La squadra dei Lupi nel ’93-’94

Il Cosenza ha giocato ad Andria sette volte ed il dato che emerge a prima vista è che mai è stato conseguito un successo al Degli Ulivi. I padroni di casa si sono imposti per tre volte, mentre i pareggi sono stati quattro. I gol segnati dai biancazzurri sono sei, mentre gli acuti dei Lupi in trasferta soltanto tre. Le due formazioni si ritrovarono faccia a faccia per la prima volta nel campionato 1992-93, esattamente il 31 gennaio alla giornata numero 21. Il match terminò a reti inviolate e gli undici di Fausto Silipo non corsero particolari pericoli. Nel torneo successivo, il 6 marzo, ventiseiesima giornata, il rossoblù subirono il prima ko. L’1-0 fu deciso da una rete di Ianuale al 55′. Terzo incontro nel 1994-95: il 7 maggio terminò 1-1 con acuti di Amoruso al 13′ e di Enrico Buonocore al 20′ che trasformò sotto il settore ospite una punizione calciata da 35 metri. Nel 1995-96, il 12 novembre, il pareggio fece il verso a quello dell’anno precedente. Beghetto al 53′ illuse i biancazzurri, Monza al 68′ li riportò sulla terra dopo che l’innesto di Lucarelli cambiò la gara. Dopo che i due club conobbero l’umiliazione della retrocessione in C1, si ritrovarono di fronte nel 1998-99: il 28 febbraio arrivò la seconda sconfitta per 1-0 con rete di Corradi al 69′ che sfruttò un lungo lancio di Fasce. Montalbano in quell’occasione sbucciò l’intervento sulla palla servendola all’indietro a Zunico: la sfera sfuggì verso il fondo e il futuro attaccante della Lazio e del Chievoverona fu lesto ad infilare il portiere in uscita. L’Andria, che nel frattempo abbandonò la dicitura Fidelis, tornò ad ospitare il Cosenza nel torneo 2008-2009 di serie C2. In posticipo serale, lunedì 17 novembre, la formazione di Mimmo Toscano guardava tutti dall’alto verso il basso ed aveva ricevuto segnali confortanti dal turno disputato il giorno prima. Nel primo tempo Rebecchi fece quello che volle sull’out mancino e confezionò anche l’assist per Menichini alla mezz’ora esatta. Nella ripresa ci pensò Polani di tacco a smarcare l’accorrente Catania che fissò il punteggio sull’1-1. L’ultimo precedente risale allo scorso campionato quando un clamoroso errore di Sandro Porchia regalò il successo ai pugliesi che raccolsero tre punti con un solo tiro in porta, quello vincente di Denis Maccan.  (cosenzachannel.it)

Related posts