Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, inviati gli incartamenti agli ispettori della Covisoc

Cosenza, inviati gli incartamenti agli ispettori della Covisoc

L’eventuale penalizzazione arriverebbe a febbraio e deriverebbe dai mancati pagamenti delle spettanze riguardanti i componenti del vecchio staff tecnico.

azione_cs-lancianoE’ durato fino alle prime ore della sera il 15 novembre del Cosenza Calcio 1914. Scadeva oggi infatti il termine ultimo per corrispondere le spettanze ai dipendenti del club. Secondo quanto trapelato non esisterebbero problemi riguardo l’attuale staff. Calciatori, tecnico, prepartori atletici e via dicendo avrebbero ricevuto quanto pattutito per i primi mesi di campionato e potranno così continuare serenamente ad impegnarsi per la causa rossoblù. A questo punto si spera che le prestazioni sul rettangolo verde soddisfino finalmente le attese della piazza. Discorso diverso invece per chi non è più parte attiva della squadra. I loro F24 sembrerebbe che non siano stati compilati e questo aspetto comporterebbe un deferimento per il sodalizio di viale Magna Grecia. A tal proposito è attesa nei prossimi giorni, forse anche nell’immediato, una conferenza stampa di Luca Pagliuso, Umberto De Rose e degli altri dirigenti silani che hanno supportato per l’ennesima volta un club che cattura soltanto il disinteresse della classe imprenditoriale. Anche le istituzioni ad oggi latitano. I soci sopracitati avrebbero ereditato una situazione difficile che avrebbe messo in difficoltà ad approvare il bilancio perfino i sindaci revisori che hanno lavorato in maniera continua col presidente Citrigno fino a tarda notte. Quali sarannno però i prossimi passaggi? Innanzitutto l’analisi da parte degli ispettori della Covisoc degli incartamenti inviati da Viale Magna Grecia, poi l’eventuale deferimento che sfocerebbe in un punto di penalizzazione da scontare da febbraio in poi. Non che abbia un valore diverso, sia chiaro, ma per quella data la società potrà riorganizzarsi e rafforzarsi. Ad ogni modo è essenziale che nella prossima conferenza stampa venga fatta luce su colpe passate e presenti per sgombrare il campo da ogni libera interpretazione. Perché da che mondo è mondo essere chiari evita il fiorire di polemiche quotidiane.  (cosenzachannel.it)

Related posts