Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Siracusa: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Siracusa: le pagelle di Alessandro Renzetti

Sconfitta meritata per la squadra di Somma. Errore grossolano di Giacomini che pesa come un macigno sul risultato finale. Da dimenticare le prestazioni di Coletti e Degano.

dsc_0431Un’altra gara da dimenticare per il Cosenza di Somma. Dinanzi a pochi spettatori i rossoblù iniziano bene e passano in vantaggio. Ma è solo un fuoco di paglia. Dopo un quarto d’ora i ritmi blandi consentono al Siracusa di prendere coraggio. Leziosa in alcune circostanze la squadra di Somma. Cinica quella di Ugolotti. Determinante sul finale di gara l’errore di Giacomini. In mezzo al campo da dimenticare la gara di Coletti. Così come quella di Degano in avanti. Sufficiente il debutto del brasiliano Wagner che è riuscito a non demeritare dinanzi ad un cliente scomodo come Vincenzo Cosa. Voto positivo anche per Matteini autore dell’illusorio vantaggio dei padroni di casa.
DE LUCA: voto 5,5. Mostra qualche lacuna sulle uscite e sembra incerto finanche quando ha il pallone nei piedi. Sui gol non ha colpe.
MATTEINI: voto 6. E’ il più attivo. Difende e si propone. Trova finanche il gol che sblocca la gara ma serve a poco.
GIACOMINI: voto 4. Prende l’ennesima ammonizione che poteva essere evitata. Commette un errore determinante quando regala il pallone al suo avversario che deposita comodamente in rete. Un errore che costa la sconfitta alla squadra di Somma.
FANUCCI: voto 5,5. In marcatura su Cosa riesce a fare bene anche se, quando ha il pallone tra i piedi, non sempre riesce ad essere preciso e soprattutto efficiente.
WAGNER: voto 5,5. Gioca una gara sufficiente evitando di strafare. Nel gioco aereo dimostra di trovarsi a suo agio.
COLETTI: voto 4,5. Gara da dimenticare. Molti passaggi sbagliati e tanta, tanta confusione per uno che a centrocampo dovrebbe mettere ordine.
DE ROSE: voto 5. Si vede poco. Lotta a centrocampo e lo fa da solo visto che Coletti quasi mai lo aiuta. Un passo indietro rispetto a qualche gara precedente.
DEGANO: voto 4,5. Abulico. Non incide mai. Si vede solo quando spedisce un pallone in rete ma l’arbitro, su suggerimento del guardalinee, lo ferma per off-side. Per il resto il vuoto assoluto
DAUD: voto 5. E’ uno dei pochi che punta l’avversario per cercare la superiorità numerica. Il problema è che non riesce quasi mai a saltarlo. Di sicuro interpreta il ruolo d’esterno d’attacco meglio di Degano.
MAZZEO: voto 5. Inizia bene giocando tra le linee e trovando i movimenti giusti per incunearsi tra le maglie aretuse. Scompare strada facendo.
BIANCOLINO: voto 5. Lasciato solo al suo destino. Il suo utilizzo, in questo modulo, è nullo. Mai supportato dai compagni. Deprimente vederlo nel deserto dell’area di rigore avversaria.

ALL. SOMMA: voto 4.
Il suo Cosenza parte bene e scompare presto. Poi, dinanzi ad un avversario modesto, inspiegabilmente evita di giocare e abbassa i ritmi consentendo agli avversari di pareggiare e portare a casa, sul finale, i tre punti. Giusto sostituire Degano ma in molti si sono chiesti perché il tecnico di Latina abbia dato spazio a Olivieri. Tardivo l’ingresso di Fiore. Una sconfitta che pesa e che è arrivata nel peggiore dei modi. Una sconfitta che, è giusto dirlo, va attribuita anche al tecnico.

 

Subentrati:
OLIVIERI: voto 5. Entra ed ha palla per il vantaggio. La sciupa spedendo il pallone alle stelle. Per il resto tanta voglia e poca incisività.
FIORE S.: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.
FIORE A.: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Avversari:
SIRACUSA: Baiocco 6; Strigari 5,5, Petta 6, Ignoffo 6, Lucenti 6; Spinelli 5,5, Giordano 6; Mancosu 5,5 (64′ Desideri 5,5), Bongiovanni sv (13′ Bufalino 6,5)., Mancino 6,5; Cosa 5,5 (76′ Abate sv). All: Ugolotti 6,5

Related posts