Tutte 728×90
Tutte 728×90

Le verità di Fiore: “Da capitano esigo rispetto per questi colori”

Le verità di Fiore: “Da capitano esigo rispetto per questi colori”

“Se qualcuno vuole tirarsi indietro nulla da dire ma chi indossa la maglia deve onorarla sempre e ovunque”. E poi rincara la dose: “Guai a chi si azzarda a dire che qualche cattivo risultato possa avere motivazioni extracalcistiche”.

fiore_fa_il_leader

Il capitano rossoblù Stefano Fiore

Tutti zitti, ora parla il capitano. Dopo il match vinto con la prestazione migliore della stagione contro il Foggia di Zeman, il calciatore simbolo del Cosenza ha voluto fare chiarezza sul momento che sta attraversando la squadra. Senza mezzi termini, finalmente. “Inizio col sottolineare l’atteggiamento della squadra che mi è molto piaciuto. Abbiamo finalmente dato un senso di compattezza, sicuramente anche per il nuovo modulo proposto dal mister. Abbiamo giocato una ottima gara e non abbiamo subito forse neanche un tiro in porta, ragion per cui c’è da essere soddisfatti. E’ importante provare diverse disposizioni tattiche perché variare anche a partita in corso può essere un’arma in più e ora Somma avrà modo di analizzare i prossimi impegni e decidere con quale soluzione tattica affrontarli”. Chiuso il capitolo Foggia si passa alla lunga analisi sul momento particolare che sta attraversando la squadra. “Voglio fare chiarezza perché è arrivato il momento di esprimere un giudizio da capitano che conosce problemi e qualità di questo gruppo. Ci tengo a ribadire che nel chiuso degli spogliatoi il gruppo ha avuto un confronto dal quale è uscito fuori che la squadra ha voglia di scendere in campo e dare il massimo per questa maglia. Io anche da lontano ho sempre avuto a cuore le sorti della compagine della mia città e ho sofferto quando siamo sprofondati nel baratro della Serie D. Con questo voglio dire che il Cosenza è un patrimonio di tutti e come tale fa difeso, sotto tutti i punti di vista. Chi vuole onorare sempre la maglia anche in un momento delicato sa come farlo, se qualcuno ha voglia di tirarsi indietro non deve fare altro che tornare a casa e nessuno mai gli dirà nulla”. E’ schietto e non usa mezze parole Fiore che rincara la dose. “Da capitano esigo il massimo impegno da chi è qui e fa parte di questa rosa perché abbiamo l’obbligo di correre e fare risultati per un’ideale. Quello di rispettare i colori, storia e tifoseria. I fattori esterni non devono condizionarci assolutamente perché noi siamo protagonisti in campo ed è li che dobbiamo esprimere il nostro valore”. E poi in chiusura un altro messaggio molto preciso. “Noi giocatori abbiamo doveri e diritti. Fare il nostro dovere significa portare sempre in alto il nome del Cosenza. Far valere i nostri diritti vuol dire che se qualcuno ha intenzione di mollare perché non ha ricevuto qualsiasi tipo di garanzia può farlo ma senza creare allarmismi perché è evidente che noi siamo una classe indubbiamente tutelata e tutti sanno a chi rivolgersi in caso di problemi”. (Francesco Palermo)

 

Related posts