Tutte 728×90
Tutte 728×90

Implode la Lega Pro? Però spunta fuori solo il nome del Cosenza…

Implode la Lega Pro? Però spunta fuori solo il nome del Cosenza…

Quaranta società sono in grande difficoltà economiche, tanto da far invocare a Macalli maggiore attenzione sui controlli finanziari. Massimo riserbo sulle squadre coinvolte.

degano_sfiora_il_2-1_col_lancianoQuesta mattina il Corriere dello Sport ha dedicato un’apertura molto interessante alla situazione in cui versa la Lega Pro. Scrive che quasi la metà delle società al momento non potrebbe iscriversi al campionato e che la crisi economica ha investito prepotentemente quaranta club su ottantacinque. Sono questi i numeri delle compagini che non hanno pagato gli stipendi, non hanno pagato i contributi o non hanno pagato nè gli uni e nè gli altri. In serie A il caso-Bologna ha calamitato l’attenzione sul problema più eclatante, ma nelle categorie minori, come la Prima Divisione, sono tantissimi i campanelli di allarme. Di quaranta società ad oggi nessun nome, meno uno: quello del Cosenza. Ci sarebbe da chiedere come mai sia comparso proprio quello del sodalizio silano, ma la risposta è chiara e non ha bisogno di spiegazioni ulteriori. Fatto sta che durante il Consiglio Federale di ieri sono stati evidenziati una serie di problemi come quello relativo al calo spettatori che in Lega Pro dimezza gli introiti delle dirigenze. E probabilmente anche la Tessera del Tifoso la domenica tiene lontano i sostenitori. Il sistema, continua il Corsport, non reggerà. Altro dato eclatante in Lega Pro è la fuga dei presidenti: il dato emerso è che il 25% ha già gettato la spugna e la medesima percentuale dei club rinati con nomi nuovi o corretti è pronta a fallire nuovamente. Per concludere Macalli ha sbottato: “La Covisoc deve provvedere ad un nuovo controllo dieci giorni dopo il primo per scoprire l’eventuale esibizione di documenti non veritieri”. Il sistema è al collasso?  (cosenzachannel.it)

Related posts