Tutte 728×90
Tutte 728×90

Verona regina di incassi in Prima Divisione, Cosenza al sesto posto

Verona regina di incassi in Prima Divisione, Cosenza al sesto posto

La media spettatori della società silana non supera i 4000. Scaligeri con più di 12 mila sostenitori a partita.

legaproAnche in questa stagione, la Lega ha pubblicato i rilevamenti sugli spettatori e sugli incassi delle squadre di Prima e Seconda Divisione. In tempi duri, così come testimonia l’allarme lanciato da Macalli sulle 40 società in gravi difficoltà economiche, diventa fondamentale per il club iscritti alla Lega Pro, riuscire a mantenere una media spettatori in grado di portare liquidi nelle casse societarie. Al comando, così come nella scorsa stagione c’è il Verona. Il sodalizio scaligero infatti, ha l’invidiabile media di 12.472 spettatori a partita con un introito pari a 106 mila euro. Al secondo posto c’è il Foggia che incassa più dei gialloblù, 110 mila euro circa ma porta allo stadio 7.000 sostenitori a gara, addirittura 5 mila spettatori in meno ad ogni partita del club veneto. Sull’ultimo gradino del podio di questa speciale graduatoria, si assesta la società del Taranto che stacca più di 5.500 biglietti ad ogni incontro guadagnando circa 53 mila euro a partita. Il Cosenza invece è al sesto posto con 3.875 spettatori e una rendita media di 35.545 per ogni match casalingo disputato. All’ultimo posto c’è invece l’Atletico Roma che dopo la promozione e un campionato finora da assoluta protagonista, è seguita solo da 438 spettatori con incassi che superano di poco i 1300 euro a partita. In Seconda Divisione comanda invece l’Avellino con circa 3.500 spettatori e quasi 25 mila euro incassati. C’è un dato però che fa riflettere. Rispetto allo scorso campionato quasi tutte le società hanno meno seguito. Il Verona, ha perso quasi 2000 sostenitori così come il Benevento e la Reggiana. Anche il Cosenza scende mentre in controtendenza il dato del Foggia che raddoppia gli spettatori e guadagna quattro volte in più a partita dello scorso campionato. Sarà l’effetto Zeman… (Francesco Palermo)

Related posts