Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: Poker dei lupacchiotti al Siracusa (4-1) nel nome di Gagliardi

Il golden-boy sigla due reti e serve un assist. Prova perfetta dei rossoblù sotto il profilo tattico e dell’agonismo. Di Napolitano e Altomare gli altri due gol.

gagliardi_in_azione

Mattia Gagliardi, la sua stella cresce

Quattro a uno e pratica Siracusa archiviata per i lupacchiotti del Cosenza che contro il Siracusa giocano in scioltezza e portano a casa tre punti meritati e pesanti. Marulla è ancora squalificato e Nervino manda in campo un undici molto offensivo con Gagliardi, Viscardi e Martucci, aggregato dalla prima squadra. Ed è proprio quest’ultimo ad impegnare il portiere aretuseo al 6’ con una conclusione dalla sinistra deviata miracolosamente da Latino. Al 12’ il Cosenza fa nuovamente gridare al gol. Sisca entra in area e prima del tiro viene fermato da un difensore. La palla capita sui piedi di Martucci ma la sua conclusione viene parata con un grande intervento e rimbalza sui piedi di Gagliardi, bravo a far partire un destro che supera tutti tranne Rametta che in scivolata salva sulla linea di porta. Al 14’ si fa vedere il Siracusa con Strano, il migliore dei suoi che con una gran finta fa fuori due giocatori in maglia rossoblù e mette in mezzo ma non trova compagni pronti all’appuntamento. Ed è ancora l’esterno sinistro aretuseo al 18’ ad innescare Rapisarda che da due passi però calcia alto sprecando una buona occasione. Al 30’ però il Cosenza trova il vantaggio. Gagliardi dalla destra batte una punizione che sembra un corner corto e trova la testa di Napolitano, bravo nello scegliere il tempo e superare Latino. La risposta del Siracusa arriva al 33’ con Strano che supera due uomini e calcia trovando i guantoni di Muto, strepitoso in uscita. E’ solo un brivido per i lupacchiotti che al 41’ trovano il raddoppio. L’arbitro infatti fischia una punizione per un fallo su Martucci. E’ la mattonella di Gagliardi che da posizione leggermente defilata sulla sinistra lascia partire una pennellata che si alza sulla barriera e termina nell’angolo alto. Incolpevole il portiere aretuseo sulla magia del gioiello rossoblù. Si chiude il primo tempo e al secondo minuto della ripresa si chiude anche la partita. Altomare infatti prende palla sull’out destro, salta un uomo si accentra e lascia partire una conclusione non potente ma molto angolata regalando il tris alla squadra di Nervino. Il Cosenza controlla quindi la partita e al 68’ trova anche la superiorità numerica vista l’espulsione di Gallio per doppia ammonizione. La partita si riaccende solo nel finale. Al 90’ infatti Gagliardi con la complicità del portiere raccoglie un assist di Di Martino e con un violente destro trova la rete. E tre minuti dopo, prima del fischio finale arriva il gol della bandiera di Bariaco in mischia. Serve a poco però per il Siracusa che nel primo tempo ha messo in mostra buone qualità ma si è scontrato con un Cosenza tatticamente perfetto e pronto a far tutto per vincere. Gagliardi ha ispirato il successo dei lupacchiotti che continuano la corsa verso una vetta ampiamente alla portata di Naccarato e soci. (Francesco Palermo)

COSENZA: Muto (59’ Perri) Altomare (56’ De Rose O.) Maglione, Sisca F. (63’ Gerace) Napolitano, Terranova, Martucci, Naccarato, Viscardi, Gagliardi, De Martino. A disp: Perri, Angelico, De Rose F, Sisca M, Maestri. All: Nervino. (Squalificato Marulla).
SIRACUSA: Latino, Rametta, Gallio, Platania (66’ De Stefano), Petta, Rapisarda, Strano (70’ Bariaco), Finocchiaro, Scapellato (52’ Leone), Schiavone, Marchetti. A disp: Puzzo, Genovese, Castorino. All : Pizzo.
ARBITRO. Spataro di Rossano coadiuvato da De Chiara di Paola e Iulianello di Cosenza.
MARCATORI: 30’ Napolitano, 41’ Gagliardi, 47’ Altomare, 90’ Gagliardi, 93’ Bariaco.
NOTE: Giornata freddissima. Spettatori 150 circa. Amm: Gerace (C), Finocchiaro (S). Esp: Gallio per doppia ammonizione. Ang: 3-4. Rec: 1’ pt, 4’ st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it