Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biancolino trascina un gran Cosenza. Espugnato il Pino Zaccheria (2-1)

Biancolino trascina un gran Cosenza. Espugnato il Pino Zaccheria (2-1)

I rossoblù superano un buon Foggia in un clima infuocato grazie alla doppietta del pitone e ad una ottima prova collettiva. Lupi finalmente e meritatamente in zona playoff.

foggia-cosenza

Scontro di gioco allo Zaccheria (foto scopece)

Vittoria pesantissima per la truppa di Mario Somma che con una prova tatticamente perfetta supera il Foggia di Zeman. Dopo il successo con l’Atletico Roma, arrivano tre punti fuori casa contro un’altra big. La truppa silana è ora pienamente in corsa play off. Il quarto posto è stato agganciato grazie ad una squadra che in un match vibrante ha controllato le folate offensive dei diavoletti di Zeman, andando in rete con uno spietato Biancolino. Il pitone ha siglato una doppietta pesantissima che incorona il lavoro di un Cosenza strepitoso. LA CRONACA. Primo pallone giocato dal Foggia. Ci prova Kone al 3′ con una conclusione controllata senza affanno da De Luca. Risponde trenta secondi dopo Biancolino che fa partire un tiro debole dai 35 metri che non impensierisce Santarelli. All’8′ il Foggia spinge e guadagna il primo corner del match dopo una bella chiusura di Raimondi. La difesa rossoblù fa buona guardia. Poco dopo Candrina nel tentativo di disimpegnare perde la sfera e ne approfitta Biancolino che calcia sfiorando il palo. Al 10′ Il Cosenza passa in vantaggio. Santarelli nel tentativo di controllare la sfera sbaglia e Biancolino da vero “pitone” la butta dentro per il vantaggio dei rossoblù. Il Foggia protesta per un tocco di mano della punta silana e si accende una piccola mischia a centrocampo. L’arbitro convalida la rete ed ammonisce i due contendenti. Al 12′ però i padroni di casa trovano il pareggio con Varga che su una ribattuta la butta in rete facendo esplodere lo Zaccheria. Risponde il Cosenza al 14′. Grande azione di Mazzeo che smarca Roselli ma il centrocampista a tu per tu con Santarelli fallisce un’occasione clamorosa. Partita emozionante allo Zaccheria. La compagine di Zeman costruisce tanto ma lascia spesso ampi spazi al Cosenza che in contropiede è pericolosissimo. Al 17′ Varga si lascia cadere in area ma l’arbitro non abbocca e sventola un giallo sacrosanto. Al 23′ Biancolino guadagna una punizione e Mazzeo impensierisce Santarelli che devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo, palla sui piedi di Roselli che calcia alto da fuori area. Si è un pò affievolita la spinta del Foggia mentre il Cosenza attende la squadra rossonera e prova con Mazzeo e Fiore ad innescare contropiedi interessanti. Al 35′ conclusione velenosa di Insigne che fa la barba al palo. Ed un minuto dopo è ancora la punta del Foggia che innesca Sau, controllato benissimo da De Luca, autore di un uscita provvidenziale. Poi Mazzeo è bravo a stoppare la sfera e a lasciar partire un sinistro da venticinque metri fuori di poco. Al 43′ ancora la punta campana, salta tre uomini e si presenta dal limite dell’area scaricando un bolide controllato con un grande intervento da Santarelli. Rientrati dagli spogliatoi Biancolino è fischiatissimo dal pubblico e viene provocato dai giocatori di casa dopo. Sugli sviluppi di un corner corto De Rose la butta dentro, ma l’arbitro aveva già fischiato l’offside. Al 52′ Biancolino con un tocco di tacco innesca Mazzeo che dribbla Rigione, entra in area e calcia trovando nuovamente i guantoni di Santarelli. Gran prestazione del portiere pugliese. Risponde la squadra di casa con una stupenda azione di Kone ribattuta da Wagner, attento nell’occasione. Al 55′ il Foggia costruisce una trama interessante e la palla da Burrai termina sui piedi di Laribi che cicca la sfera al momento della battuta. L’intensità della gara continua a crescere. Al 60′ Biancolino fraseggia con Mazzeo ma il pacchetto arretrato di casa respinge. Un minuto dopo ci prova Laribi ma De Luca respinge con un gran intervento. La partita sta entrando nel momento decisivo e le due formazioni si affrontano a viso aperto. Al 62′ triangolo Varga-Kone-Varga e conclusione dell’attaccante che preca una grande azione. Primo cambio per Zeman al 63′. Fuori Candrina dentro Salamon. Al 66′ però il Cosenza trova il vantaggio. Mazzeo si libera in area ed effettua un preciso taglio sulla sinistra per Biancolino che con un preciso piattone firma la doppietta e riporta avanti i lupi. Ora i rossoblù dovranno soffrire contro un Foggia che non ci sta a perdere. Al 76′ Il Cosenza fallisce clamorosamente il gol partita. Biancolino libera la corsa di Roselli che serve una palla d’oro per Mazzeo. L’attaccante stoppa la sfera ma solo contro Santarelli calcia fuori sbagliando un gol praticamente già fatto. All’ 80′ ci prova Salamon, tiro fuori. Un minuto dopo Biancolino approfitta degli spazi lasciati dal Foggia e innesca Mazzeo ma il passaggio che avrebbe mandato l’attaccante in porta è leggermente lungo. All’ 81′ primo cambio per Mario Somma che inserisce Coletti al posto di Fiore per dare più consistenza alla mediana rossoblù. Ultimi cinque minuti di gara per un Cosenza che dovrà ancora soffrire per portare a casa i tre punti. Mancano due minuti al termine e Somma manda in campo Adriano Fiore per Mazzeo. Terminati i 90 minuti regolamentari. Ora restano da giocare quattro minuti di recupero. Al 93′ grande percussione di Adriano Fiore e botta di collo che termina di poco fuori. E’ finita. Il Cosenza espugna Foggia. (Francesco Palermo)

Il tabellino:

FOGGIA (4-3-3): Santarelli; Candrina (63′ Salamon) Rigione, Iozzia, Regini; Laribi, Kone, Burrai (64′ Palermo); Varga, Sau, Insigne. A disp. Ivanov, Caccetta, Salamon, Thioye, Agostinone, Palermo, Cortese. All. Zeman
COSENZA (3-5-2): De Luca; Wagner, Raimondi, Di Bari; Matteini, Roselli (93′ Essabr), S. Fiore (81′ Coletti), De Rose, Giacomini; Biancolino, Mazzeo (88′ Fiore A.). A disp: Galeano, Fanucci, Coletti, A. Fiore, Daud, Essabr, Olivieri. All. Somma
ARBITRO: Aloisi di Avezzano
MARCATORI: 10′ e 66′ Biancolino, 12′ Varga (F)
NOTE: Presenti circa 6000 spettatori. Giornata fredda. Ospiti con il lutto al braccio e minuto di silenzio per ricordare le vittime di domenica scorsa a Lamezia Terme. Ammoniti: Santarelli, Biancolino, Varga, Rigione, Iozzia, Coletti. Corner: 9-2 Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Related posts