Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il blitz manca da ben cinquantuno anni. Juve Stabia-Cosenza: i precedenti

L’ultima volta al menti s’imposero le Vespe col punteggio di 1-0. Segnò Menolascina su punizione. I rossoblù sono finiti cinque volte al tappeto in Campania.

cs-juvsta

Una fase del match di andata

Sono dieci i precedenti in Campania. Il bilancio è di cinque vittorie per la Juve Stabia, quattro pareggi e un solo acuto del Cosenza. Le reti siglate dai rossoblù sono sette, i gol incassati invece quindici. Il primo confronto risale al campionato 1937-1938. Entrambe le formazioni disputavano il torneo di serie C e furono inserite nel girone E. La partita terminò con il punteggio di 1-1 in un match molto combattuto ed in cui l’ambiente era ostile agli ospiti sin dall’arrivo a Castellammare. Finito il conflitto bellico, i silani fecero nuovamente visita allo Stabia (si chiamava così all’epoca) nel 1948-1949. Il punteggio finale fu di 2-2. Pochi mesi dopo il Cosenza portò a compimento l’unico blitz della sua storia. La firma fu dell’attaccante Confalonieri che in ventisei incontri timbrò il cartellino in sei occasioni. Quella stagione si concluse con lo spareggio promozione Cosenza-Messina che dopo la ripetizione, oltre a mille polemiche e sospetti, favorì i giallorossi. Nuovo confronto la stagione successiva e nuova affermazione, 3-1, dei padroni di casa. Stessa storia nel 1955-1956 e nel 1956-1957. Nel 1972-1973 lo Stabia, che ancora non aveva adottato l’attuale denominazione, s’impose seccamente col punteggio di 3-0 dopo che la squadra calabrese in settimana si era allenata pochissimo a causa del mancato pagamento degli stipendi e di numerosi premi partita. Nel 1973-1974 e nel 1979-1980 finì 1-1 con l’ultimo gol segnato da Walter Perrotta. Dopo di che Cosenza e Juve Stabia si affrontarono nuovamente nella stagione 1997-1998. C’era Giuliano Sonzogni in panchina e i rossoblù, da primi della classe si presentarono al Menti convinti di fare risultato. Ne uscì fuori una gara brutta, bloccata, che risolse Menolascina su punizione nella ripresa. Segnò proprio sotto il settore ospiti, affollato da 200 Sconvolti, che videro la palla bucare l’incolpevole Sasà Soviero. Il ko, a fini della promozione, fu comunque ininfluente.  (cosenzachannel.it)  

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it