Tutte 728×90
Tutte 728×90

Matteini fa gli auguri: “Vogliamo un 2011 ricco di successi”

Matteini fa gli auguri: “Vogliamo un 2011 ricco di successi”

Il jolly del Cosenza: “Soddisfatto per la mia avventura ma è arrivato il momento di pensare al gruppo perchè abbiamo le qualità per far male a chiunque”.

matteini_con_latleticoCuore e testa. Passione e intelligenza. Davide Matteini è il ritratto del Cosenza che mister Somma sta provando a plasmare per vivere un 2011 pieno di successi. E la truppa rossoblù, ripartirà proprio dall’esterno, intoccabile per lo staff e per i tifosi. Il calciatore livornese è soddisfatto della sua esperienza con la maglia dei lupi. “A livello personale non ho nulla da rimproverarmi. Sono convinto di aver fatto bene e sono determinato a lottare per migliorare tanto e dare il mio contributo al Cosenza. Quando ho accettato quest’esperienza non ho badato al lato economico ma sol al mio rilancio professionale in una piazza che può darti tanto. Purtroppo ho vissuto esperienze con presidenti che non hanno conosciuto il vero Matteini. Qui a Cosenza invece mi sono fatto conoscere subito e sono felice di aver ricevuto tanti attestati di stima perché vuol dire che il lavoro paga”. E come dare torto all’esterno che ha giocato in tantissimi ruoli pur di essere importante per il Cosenza. Matteini spiega quale è stata la svolta in questa stagione. “In carriera ho giocato sempre in ruoli che riuscivano a mettere in luce le mie caratteristiche in fase offensiva. Ripeto di esser venuto qui a Cosenza per iniziare una nuova fase della mia carriera e reinventarmi esterno basso mi sta dando grossi stimoli per far bene. Sono inoltre convinto che può essere questo il ruolo che andrò a ricoprire nel mio futuro da calciatore”. A tal proposito, l’esterno livornese fa chiarezza sulle sue idee future. “Finirò l’anno qui perché mi sono trovato bene, sono soddisfatto delle mie prestazioni e voglio completare un processo. Sono a Cosenza perché la sfida che mi sono posto non con il Matteini giocatore ma con il Matteini uomo. Al momento la sto vincendo ed ho tanti interessi qui a Cosenza, ragion per cui non ho mai pensato di andare via. E voglio ribadire che non ho mai pensato di lasciare la squadra al termine della stagione perché se mi proponessero di finire qui la mia carriera ci penserei su e potrei anche accettare di farlo. Mi piace la città e l’ambiente e mi trovo veramente a mio agio”. Dopo aver analizzato la sua stagione, l’esterno parla più in generale del momento della squadra. “Dopo le due vittorie è arrivata una sconfitta che forse non ci voleva. Al rientro però giocheremo due partite fra le mura amiche e credo che questa possa essere la svolta del campionato. A parer mio il gruppo deve prendere consapevolezza di poter battere chiunque perchè nel girone d’andata abbiamo incontrato tutte le squadre e nessuna ci è stata superiore. Questo fa ben sperare ma dobbiamo essere noi a trasformare la voglia, la grinta e la compattezza dello spogliatoio in un’arma in grado di far male agli avversari”. Poi un pensiero per mister Somma che anche in queste feste natalizie, ha stilato un programma d’allenamenti per non far perdere la forma giusta ai calciatori. “E’ importante avere un mister attento a tutto perché questo particolare ti fa capire quanta voglia ha il tecnico di far bene. La squadra inoltre, ha subito tanti infortuni ed ora che in tanti abbiamo raggiunto la forma giusta, sarebbe un peccato perderla. Poi chiaramente sta a noi allenarci perché da professionisti seri è giusto non mollare la preparazione per farsi trovare pronti all’anno nuovo”. Chiusura dedicata ai giovani. Da Scarnato a Gagliardi, passando per Sommario e Viscardi. Fino a Wagner, vera sorpresa al centro della difesa e a Giacomini. Matteini da calciatore esperto che ha calcato palcoscenici importanti, un augurio all’esterno sinistro. “Abbiamo tanti ragazzi talentuosi e di valore. Se devo scegliere dico però Giacomini. Ha qualità interessantissime. Ha corsa, piede, grinta e secondo me ha già perso tempo. A questo punto della sua carriera avrebbe dovuto calpestare i terreni di gioco di categorie superiori ma ha tempo e deve maturare perché ha tutti i mezzi per arrivare in alto e sfondare”. E poi un augurio alla città. “Spero che i nostri tifosi possano passare un buon Natale e festeggiare un anno che per noi può essere importante”. (Francesco Palermo)

Related posts