Tutte 728×90
Tutte 728×90

Passerella al San Vito: le istituzioni vicine al Cosenza Calcio 1914

Il Presidente della Provincia Oliverio (che rinnoverà la sponsorizzazione), il Sindaco Perugini ed altri politici hanno incontrato la squadra assieme al patron Pagliuso. Nel frattempo il club, Carnevale, Citrigno e Iannucci sono stati deferiti alla Disciplinare.

societ_al_gran_completo

Ospiti d’eccezione al San Vito (foto rosito)

Partiamo dalla fine. Red&Blue Store. Paolo Fabiano Pagliuso, Mario Oliverio e Salvatore Perugini stappano lo champagne e posano assieme per le foto di rito. “Il mio obiettivo – dice il patron – è quello di riassestare la società. Se la fortuna starà dalla nostra parte, poi non è da escludere che il Cosenza torni dove merita di stare. Alla squadra ho detto di dare il massimo nelle due gare casalinghe e di giocare come sa fare, perché in organico ci sono grandi potenzialità. Il mercato? Abbiamo grandi esperti e sono certo che ci condurranno ad un livello superiore”. Quando il discorso cade sui nuovi rumors di carattere societario  (oggi circolavano notizie riguardanti un interesse delle Confidi Mediterranea di Ernesto Cotti), richiama tutti all’attenzione e precisa. “Le solite voci prive di fondamento. Se qualcuno vuole acquistare delle quote sa bene che deve parlare con chi comanda, non con altri. Ad ogni modo ho chiesto in prima persona a diversi amici di dare una mano ed ho riscontrato grande disponibilità. Finalmente si è capito che il Cosenza è un bene comune”. La prima uscita ufficiale di Giovanni Pagliuso è uno tsunami che travolge tutto e coinvolge tutti. Arriva al San Vito intorno alle 14 e si dirige immediatamente negli spogliatoi. Con lui ci sono il Sindaco Perugini, l’ex primo cittadino Franco Santo, il direttore generale Castagnini, i consiglieri d’amministrazione Citrigno, Bruni e Ambroggio e l’ex dirigente Fiorentino. Subito dopo arrivano il Presidente della Provincia Mario Oliverio, il leader del Movimento Diritti Civili Franco Corbelli, l’altro consigliere d’amministrazione Monte e Franco De Caro. Il colloquio con la squadra è durato una mezz’oretta ed è servito innanzitutto per far rendere conto ai calciatori del nuovo clima che si respira in seno al club, poi per dare la possibilità a Pagliuso senior di lanciare i primi messaggi a chi la domenica scende in campo con la maglia rossoblù sulle spalle. A margine un breve breafing nei locali dello store dove in segno di augurio sono state stappate delle bottiglie di champagne. Dalla giornata escono fuori due notizie importanti: il rinnovo della sponsorizzazione da parte della Provincia che dà fiato al club e la vicinanza delle istituzioni al nuovo corso societario. Nel frattempo però arriva il deferimento (atteso) da parte degli organi competenti della FIGC a seguito ella segnalazione della CO.VI.SO.C “per la violazione dell’art. 85 lettera C paragrafo V delle N.O.I.F. in relazione all’art.10, comma 3, del C.G.S., e all’art. 90, comma 2, delle N.O.I.F”. Deferiti Carnevale, Citrigno e Iannucci quali legali rappresentanti pro-tempore e il club stesso per la mancata attestazione agli Organi Federali competenti del pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti dovu-ti ai propri tesserati per la mensilità di luglio, ago-sto e settembre 2010, entro il termine del 15 no-vembre 2010 stabilito dalle disposizioni federali;

per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.   (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it