Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma: “Ci manca lo spirito agonistico”

Somma: “Ci manca lo spirito agonistico”

Il tecnico rossoblù: “Sono dispiaciuto per il risultato, ma sono convinto delle potenzialità di questo gruppo. Non possiamo sbagliare tutte quelle palle-gol”.

somma_con_la_ternana

Il coach dei Lupi Mario Somma

Alla fine il Cosenza ha riagguantato la partita negli ultimi minuti grazie ad una rete di Essabr. Il rammarico però è grande per aver sprecato durante tutta la gara diverse palle-gol che avrebbero consentito ai rossoblù di portare a casa i tre punti. Nel post partita mister Somma è soddisfatto a metà ma è fiducioso per il futuro. “Sono dispiaciuto per il risultato ma credo che questa squadra possa far bene. Dobbiamo cercare di lavorare molto sotto porta perché sia in allenamento che durante le gare sbagliamo troppe occasioni da gol”. Nella gara di oggi come anche in altre occasioni il Cosenza è apparso poco aggressivo. “Purtroppo non è facile andare sempre a 100 all’ora soprattutto se devi sempre rincorrere in classifica. Avendo un certo blasone siamo costretti sempre a fare risultato e a lottare per le prime posizioni quindi non hai la tranquillità di altre compagini che invece si accontentano anche del pari”. Adesso dobbiamo lavorare per cercare di trovare maggiore intensità di gioco perché quando non riusciamo ad avere gamba dobbiamo ragionare con la testa e trovare soluzioni diverse per mettere in difficoltà gli avversari. Noi a differenza di altre compagini dipendiamo da alcuni giocatori se loro non sono in giornata soffre tutta la squadra”. A fine gara c’è stata una riunione tra Somma e Castagnini per discutere di strategie future. “Con il dg abbiamo deciso che la squadra riprenderà a lavorare già domani quindi i ragazzi non avranno nessun giorno di riposo perché dobbiamo aumentare l’intensità. La squadra deve capire che c’è bisogno di acquisire lo spirito agonistico che in questo momento ci manca”. Ultima battuta dedicata all’atteggiamento arbitrale. “Nelle gare successive a quella di Foggia ho avuto l’impressione di un atteggiamento strano da parte degli arbitri nei nostri confronti. Biancolino è stato massacrato dagli avversari e poi nell’arco della gara l’arbitro ha usato metri di giudizio differenti nella distribuzione dei cartellini gialli. E’ soltanto un’impressione e spero di sbagliarmi…”  (Antonello Greco)

 

Related posts