Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: diciassette squalificati

Giudice Sportivo: diciassette squalificati

Nessun provvedimento interessa il Cosenza 1914, mentre la Cavese, prossimo avversario dei Lupi, non potrà fare affidamento su Michele Ciano e Bacchiocchi.

giudice_sportivoIl Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Cav. Giulio Ciacci, nella seduta del 10 Gennaio 2011 ha adottato una serie di deliberazioni che per fortuna non interessano il Cosenza 1914. Nel match contro la Ternana sono stati ammoniti Roselli e Raimondi, ma solo il primo è finito in diffida. Il difensore argentino ha collezionato il suo quinto cartellino giallo. Per quanto riguarda invece i prossimi avversari della Cavese, c’è da segnalare il turno di squalifica comminato a Michele Ciano, fratello dell’attaccante goleador Camillo, e Bacchiocchi. Da annotare infine anche le multe per l’Andria, il Taranto, il Benevento, la Cavese e la Nocerina: tutte sono state causate dal comportamento sopra le righe dei propri sostenitori. Questi tutti i provvedimenti presi:
SOCIETA’
AMMENDA
€ 3.500,00  ANDRIA BAT S.R.L. perchè propri sostenitori durante la gara
indirizzavano verso un assistente arbitrale numerosi schizzi d’acqua che lo raggiungevano alle spalle; gli stessi lanciavano verso il medesimo una bottiglia piena d’acqua con tappo chiuso che lo sfiorava cadendo a pochi centimetri.
€ 2.500,00  CAVESE 1919 S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e
facevano esplodere nel recinto di gioco tre petardi di notevole potenza la cui esplosione provocava forte fragore, senza conseguenze; gli stessi introducevano e accendevano nel proprio settore due bengala e due fumogeni uno dei quali veniva lanciato nel recinto di gioco, sempre senza conseguenze. 
€ 1.500,00  NOCERINA S.R.L. perchè propri sostenitori in campo avverso
introducevano e facevano esplodere nel recinto di gioco tre petardi di notevole potenza la cui esplosione provocava forte fragore, senza conseguenze.
€ 1.200,00  TARANTO CALCIO S.R.L. perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore quattro petardi di notevole potenza, senza conseguenze. 
€ 600,00  BENEVENTO CALCIO S.P.A. perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore due petardi, senza conseguenze.

DIRIGENTI:
AMMONIZIONE
CHERUBINI FEDERICO  (FOLIGNO CALCIO S.R.L.) per proteste verso l’arbitro durante la gara (espulso).

CALCIATORI:

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
DI SIMONE LUIGI (ANDRIA BAT S.R.L.) per condotta gravemente scorretta verso un avversario.
LUCIONI FABIO  (BARLETTA CALCIO S.R.L.) per aver commesso fallo su un avversario impedendogli una chiara occasione da rete.
STAMILLA ALESSIO  (GELA CALCIO S.P.A.) per condotta gravemente scorretta verso un avversario.
COLOMBI SIMONE  (JUVE STABIA S.P.A.) per aver commesso fallo su un avversario lanciato a rete, senza ostacolo.
EVACUO
FELICE  (BENEVENTO CALCIO S.P.A.) per simulazione di fallo e per condotta scorretta verso un avversario. 
GIOVANNINI GIANLUCA  (FOLIGNO CALCIO S.R.L.) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
BRUNO ALESSANDRO  (NOCERINA S.R.L.) entrambe per condotta scorretta verso un avversario.
STRIGARI ANTONIO  (SIRACUSA S.R.L.)
COLETTI TOMMASO ROBERTO  (ANDRIA BAT S.R.L.)
ISCHIA MICHELE  (BARLETTA CALCIO S.R.L.)
BACCHIOCCHI GIANLUCA  (CAVESE 1919 S.R.L.)
CIANO MICHELE  (CAVESE 1919 S.R.L.)
CASTELLAZZI PAOLO  (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
CORESI MATTEO  (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
MERLI SALA IVAN  (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
FABBRO ALESSANDRO  (JUVE STABIA S.P.A.)
AMENTA FEDERICO  (VIRTUS LANCIANO 1924 SRL)

Related posts