Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma: “E’ il momento di crescere”

Somma: “E’ il momento di crescere”

E sulla Cavese: “Buona squadra che ha una classifica bugiarda. Possiamo giocarcela con tutti, è il Cosenza a decidere le gare, non gli avversari di turno”.

sommaok

Il tecnico rossoblù, Mario Somma

C’è da lavorare e migliorare per non lasciare ancora punti per strada. Questa è la ricetta proposta da tecnico e società che prevede l’allenamento anche al lunedì. Mario Somma, nella conferenza stampa pomeridiana, ha spiegato i motivi di questa scelta. “Abbiamo tolto il giorno di permesso al gruppo perché è importante fare quadrato e risolvere alcune situazioni. Dobbiamo evitare cali di concentrazione e raccogliere le energie per far sempre meglio. Inoltre il lunedì abbiamo riguardato la partita a caldo in modo da capire meglio i lati da rivedere”. Tutti sulla corda quindi, ma prima di guardare avanti, il tecnico analizza i meccanismi di gioco e le scelte fatte prima di affrontare la Ternana. “Non è stata facile perché quando crei le occasioni devi buttare la palla dentro altrimenti rischi di uscire penalizzato dal match. Loro l’hanno messa nel sacco e negli ultimi minuti era giusto mettere avanti le torri per cercare di pervenire al pareggio. Lo abbiamo fatto sfruttando bene l’occasione che ci è capitata ma dobbiamo necessariamente far meglio”. Poi il tecnico fa chiarezza sulla scelta di Giacomini. Il giocatore soffre a causa delle verruche e lo staff medico sta facendo gli straordinari ma le sue prestazioni sono un po’ condizionate da questo problema. “Ho chiesto io al calciatore di giocare. E’ vero, avrei potuto impiegare Bernardi e ribadisco che un giocatore con la sua professionalità sarebbe sceso in campo per sudare la maglia. E’ anche vero però che stava per concretizzarsi il suo trasferimento ed è difficile dare il massimo quando sai che poco dopo parti per iniziare l’esperienza in Serie B. Giacomini fin quando è stato in campo si è comportato bene perché ha aiutato molto Thackray, ha limitato il dirimpettaio ed ha sbagliato solo qualche cross”. Poi sulla condizione della squadra. “Abbiamo provato ad organizzare delle amichevoli con Urban ma per diverse combinazioni e a causa delle condizioni atmosferiche, non siamo riusciti a disputarle. La partita, anche se non ufficiale, ti permette di tastare il polso della situazione ed in questo senso siamo stati un po’ penalizzati. Il calcio mi ha insegnato però che una squadra che viaggia al cento per cento della condizione, prima o poi crolla. L’ideale non è andare sempre a mille perché sarebbe impossibile, ma mantenere uno stato di forma costante con picchi nelle partite che contano”. Chiusura dedicata alla sfida con la Cavese. “Giocheremo contro un team ben attrezzato e la loro classifica, condizionata anche dalle penalizzazioni, non è veritiera. Sono certo che non resteranno a guardare ma io preferisco fare i conti con la mia squadra perché sono del parere che possiamo giocarcela con tutti e solo noi determiniamo i nostri successi o le nostre sconfitta”. (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it