Tutte 728×90
Tutte 728×90

La squadra non si allena in un clima sempre più preoccupante

La squadra non si allena in un clima sempre più preoccupante

I calciatori non hanno sostenuto la seduta mattutina e sono andati via dal San Vito in segno di protesta. Inutile anche un colloquio con il direttore Mirabelli.

palloni_rete_sanvitino

Bocce ferme al sanvitino anche oggi

La situazione del Cosenza è sempre da allarme rosso. I dirigenti, infatti, nonostante gli incontri con le istituzioni e il piano di rientro per salvare il salvabile, non sembrano più in grado di trovare una via d’uscita in una vicenda che rischia di far ripiombare la città nell’incubo vissuto nel 2003. I giocatori, dopo aver accettato la riduzione degli stipendi, non hanno più voglia di ascoltare le promesse della dirigenza e anche oggi hanno abbandonato il San Vito senza sostenere la seduta d’allenamento prevista alle 10. Due ore dopo, il gruppo ha abbandonatolo stadio e la sensazione, con le scadenze che incombono ed una situazione apparentemente ferma, e che stia per iniziare l’esodo. Fra due giorni terminerà il mercato di Gennaio ed i calciatori in rosa stanno stringendo i tempi e allacciando i contatti per chiudere anzitempo l’esperienza a Cosenza. Dopo gli addii di Essabr e Mazzeo, sono in tanti con le valigie pronte. Le garanzie mancano ed anche i giocatori più rappresentativi come Matteini, Biancolino e Giacomini, sono pronti a lasciare la squadra. Intanto i dirigenti stanno avviando i contatti per provare a salvare il club. Il presidente della Provincia e il sindaco della città, hanno ribadito che le leggi in vigore non permettono agli enti di elargire somme di denaro alle associazioni e alle società sportive, ragion per cui si sta lavorando per riunire intorno ad un tavolo tutti i soci del sodalizio rossoblù per capire quale siano le possibilità effettive di salvare il club. Al momento però sembra tutto fermo e non ci sono stati incontri in un clima poco chiaro e soprattutto sempre più pesante. (Francesco Palermo)

Related posts