Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mirabelli: “Non mi assumo responsabilità di mercato, ma sono pronto a dimettermi”

Mirabelli: “Non mi assumo responsabilità di mercato, ma sono pronto a dimettermi”

“Bisogna far presto perché il calcio a Cosenza rischia di sparire. Ho chiesto una mano alle istituzioni ma è importante che i soci riescano ad intervenire. Purtroppo finora non ci sono stati incontri, ma dobbiamo remare tutti dalla stessa parte”.

mirabelli_estiva

Il direttore Massimiliano Mirabelli

“Il Cosenza rischia di fallire, bisogna stringere i tempi e fare il massimo per evitare che questo avvenga”. Sono queste le prime parole di Massimiliano Mirabelli nell’intervista concessa alla emittente televisiva Ten. Il direttore ha lanciato un appello inequivocabile e molto preoccupante. “Ho detto al presidente di uscire allo scoperto perché la situazione è insostenibile. Mi sono permesso di parlare con il presidente della Provincia e con il sindaco per capire se esiste la possibilità di avere un aiuto dagli enti. Ho inoltre provato a portare avanti un piano di rientro per snellire il monte delle spese da coprire entro il 14 Febbraio. E’ tutto inutile però perché al momento il Cosenza non è neanche in grado di garantire l’iscrizione al prossimo campionato”. Serve un intervento urgente e rapido e Mirabelli chiede a tutti di fare la loro parte. “Cosenza rischia di perdere una realtà sportiva importante della città. La situazione è preoccupante e bisogna far presto perché mancano i presupposti per andare avanti. Sono dispiaciuto perché ho sollecitato l’intervento di Umberto De Rose ma ancora non sono riuscito a far sedere le parti intorno ad un tavolo per capire se esistono e quali sono i metodi per superare questo momento”. L’agonia del sodalizio rossoblù è sempre più rapida ed irreversibile e Mirabelli si dice pronto a buttare la spugna. “Ho già detto a Luca Pagliuso che non mi assumo responsabilità sul mercato. Saranno loro a farlo perché in questo momento ogni movimento può creare ulteriori danni. Dopo questi due giorni che restano da qui alla chiusura delle contrattazioni ci vedremo e se sarà il caso sono pronto a dimettermi. Se serve sono disponibile a dare tutto ciò che è nelle mie possibilità anche dall’esterno per aiutare il club ma in questa situazione non sono io a poter risolvere problemi”. (co. ch.)

Related posts