Tutte 728×90
Tutte 728×90

C5-C1, Citrarum fermato in casa: c’è l’aggancio del Melito

C5-C1, Citrarum fermato in casa: c’è l’aggancio del Melito

I tirrenici gettano al vento una partita facendosi recuperare dal Lokorn. Il Città di Rende invece va ko sul parquet della nuova co-capolista. Bene l’Oratorio San Francesco.

matera-roglianoVittoria e aggancio al Citrarum del Futsal Melito che ha la meglio su un volitivo Città di Rende, che ha fatto soffrire più del dovuto la nuova capolista. L’inizio è sottotono dei locali che lasciano campo agli ospiti che insidiano la porta dell’insuperabile Spanti. Time out necessario e risolutivo di mister Franco che da i giusti correttivi ai suoi che segnano il vantaggio grazie ad un perfetto schema di calcio d’angolo di Toscano. La rete dà verve ai locali che trovano il raddoppio con Oliveri, che realizza dopo una buona pressione della sua squadra. Negli ultimi cinque minuti è un assedio quello degli ospiti che sbattono in maniera inesorabile sul muro eretto da Spanti. Nella ripresa arriva il meritato gol di Perri che riapre il match. Il Futsal Melito non perde però la calma e riprende in mano il pallino del gioco costruendo ottime occasione finite però su un palo ed una traversa. La rete del 3-1 che da tranquillità ai reggini la segna Pratticò. Nel finale i cosentini provano col quinto uomo senza però riuscire ad infilare gli avversari che da stasera possono godersi il primato in classifica anche se in comproprietà col Citrarum. Clamoroso a Fuscaldo dove il Lokron blocca sul pari il Citrarum all’ultimo respiro. I padroni di casa non sono riusciti ad amministrare il doppio vantaggio complice anche la buona prova dei reggini che hanno creduto sino in fondo al pari. Nella prima frazione i locali vanno avanti con Metallo senza però riuscire a tenere a distanza la squadra di Alia, che risponde colpo su colpo. Nella ripresa il raddoppio di Bruno illude il team di Stancati, che subisce la rete del 2-1 su una autorete proprio di quest’ultimo, che devia un tiro di Orlando. La beffa arriva nel finale, quando un ingenuo sesto fallo in attacco, consente al Lokron di tirare un tiro libero che viene respinto da Garofalo sui piedi di Gnisci svelto a depositare in rete per il 2-2. Netta affermazione dell’Oratorio S.F. sulla Maestrelli. I padroni di casa prendono subito in mano le redini del gioco segnando tre reti nel primo quarto d’ora con Foglia, Oliverio e Alessio. La Maestrelli trova la rete del 3-1 con Messineo che viene però resa vano dall’immediata risposta locale con Alessio che sigla il 4-1 con cui si chiude la prima frazione. Nella ripresa i silani controllano la gara e trovano altre due reti con Foglia e Simari. Vince e convince l’Odissea 2000, che supera l’Atletico Catanzaro presentatosi a Rossano in formazione ampiamente rimaneggiata. Difficile il compito dei giallorossi che subiscono il doppio vantaggio locale ad opera di Morrone e Amodeo. La rete del 2-1 che manda le squadre al riposo la segna Lanciano su tiro libero. Nella ripresa i padroni di casa riprendono a macinare gioco ed azioni che producono la rete del 3-1 di Rocha. Gli ospiti si riportano sotto grazie ancora a Lanciano. A chiudere il conto ci pensa capitan Labonia che segna la rete del definitivo 4-2.

Related posts