Tutte 728×90
Tutte 728×90

Isocasa, bel successo contro l’Amatori Messina

Isocasa, bel successo contro l’Amatori Messina

Vittoria sporcata dal comportamento degli ospiti che alla fine cercano il contatto con i padroni di casa che festeggiavano per l’affermazione appena ottenuta.

baskert_cosenzaFinalmente si torna a vincere in casa rossoblu. Dopo tre partite di stop, infatti, la squadra di coach Carbone ottiene il riscatto tra le mura amiche del PalaFerraro, contro l’Amatori Messina, già battuta nella gara d’andata, chiudendo la partita con il punteggio di 76 a 68. Gara piuttosto equilibrata sin dall’inizio, con in campo Pate, Ginefra, Bosco, Delli Carri e Giannotta per Cosenza, e Centorrino, Arrigo, Carnazza, Vazzana e Crovace per Messina. Palla a due a favore di Messina, con Carnazza che va subito a segno; per il Cosenza, il primo  punto invece arriva dal capitano Tonino Pate.  I primi minuti sono un susseguirsi di botta e risposta tra le due formazioni, con Pate, Bosco e Delli Carri da una parte, e Carnazza, Crovace e Vazzana dall’altra. Le due squadre si rincorrono e ad ogni sorpasso segue un pareggio. I primi dieci minuti si chiudono con l’Isocasa avanti di un punto (17 – 16). Nel secondo quarto, cambia il quintetto rossoblu: entrano Toselli e Spadafora al posto di Delli Carri e Bosco, e  Alesse al posto di Giannotta. A segnare i primi punti del quarto è Messina con un canestro da sotto di  Vazzana; a questo risponde Alesse, ma poi Messina tenta il sorpasso con un tiro da tre di Sabarese che porta il punteggio a 19 – 23 al 12° minuto. Ancora una volta a contrattaccare è il capitano rossoblu, seguito poi da Alesse e Toselli. Ma la gara procede ancora punto a punto, e ai tentativi di fuga di Messina, seguono sempre le reazioni di Cosenza, soprattutto grazie ai canestri di Delli Carri. La seconda frazione di gioco si chiude invece a favore degli ospiti, che vanno all’intervallo lungo con il vantaggio di un punto (35-36). Al rientro dagli spogliatoi la situazione non cambia granchè: non spiccano brillanti azioni tecniche, anzi, per gran parte del tempo il gioco appare spento, e i giocatori non molto concentrati. I punti per Cosenza arrivano da Pate e Delli Carri, con qualche buona giocata di Alesse, ma quello che appare piuttosto sottotono è Bosco che “stranamente” non riesce a segnare. A tre minuti dalla fine del quarto, finalmente, arriva la bomba di Bosco, che riporta il Cosenza in vantaggio ( 51 – 50), e due tiri dalla lunetta di capitan Pate portano il punteggio  a 53 – 50. E’ ancora però un susseguirsi di canestri da entrambe le parti, nessuna delle due squadre riesce a prendere la via di fuga, tanto che il terzo parziale finisce in perfetta parità ( 55 – 55). I primi 5 minuti dell’ultimo quarto proseguono sulla stessa scia dei precedenti;  ancora non arriva un vantaggio considerevole né da parte dei padroni di casa, né da parte degli ospiti. Ma a due minuti dalla fine, il giocatore “rivelazione” della partita, il giovane under Denis Spadafora segna il canestro del sorpasso, aggiudicandosi anche il tiro libero supplementare (70 – 68). Da quel momento in poi, Messina non segna più; per Cosenza invece prima Ginefra fa 2/2 dalla lunetta e poi a segnare gli ultimi due canestri della partita è ancora Spadafora che mette a referto 10 punti in 16 minuti giocati. Finisce così, sul punteggio di 76 – 68, la partita tra Isocasa Cosenza e Amatori Messina. Ma al fischio finale dell’arbitro, in campo si verifica un evento poco piacevole. Gli avversari, probabilmente incapaci di accettare la sconfitta, si scaldano un po’ troppo contro i rossoblu, rovinando il momento di festa (assolutamente meritato!) dei padroni di casa. Purtroppo si conclude con un po’ di rabbia la serata per i ragazzi di coach Carbone, con una bella vittoria, sì,  sporcata però da azioni, che nel campo, e fuori dal campo, sarebbe meglio non vedere …. Mai! (Gabriella Ruffolo)

Isocasa Cosenza -Amatori Messina 76-68 
(17-16; 35-36; 55-55)

Isocasa Cosenza: Pate 17, Alesse 7, Giannotta 2, Ginefra 2, Bosco 9, Delli Carri 23, Toselli 6, Spadafora 10, Guzzo, Carbone n.e.  All: Carbone

Amatori Messina: Adorno 5, Centorrino 10, Arrigo 2, Carnazza 16, Sabarese 13, Vazzana 17, Crovace 5, Restuccia, Lombardo n.e., Salvo n.e. All: D’Arrigo

Arbitri: Alessandro D’Elia di Lecce e Christian Mottola di Taranto 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it