Tutte 728×90
Tutte 728×90

Evola si presenta: “A Cosenza con grande motivazione. Mi manda Giovanni Pisano”

Evola si presenta: “A Cosenza con grande motivazione. Mi manda Giovanni Pisano”

Il centrocampista proveniente dal Novara ha tenuto oggi la sua prima conferenza stampa. Intanto continua il progetto “Wolf-School”: stamattina è stato il turno dell’Istituto Comprensivo “Là Mucone” di Acri.

evola_presentazione

Francesco Evola nelle sede del Cosenza

Francesco Evola si presenta ai suoi nuovi tifosi. La trattativa che lo ha portato in riva al Crati si è concretizzata nell’ultima giornata di mercato quando Luca Pagliuso è volata all’Ata Executive Holtel di Milano. “Il mio procuratore mi aveva prospettato l’idea di poter scendere di categoria e quando mi ha detto Cosenza ho accettato. Conosco la squadra per il suo blasone e poi ho chiesto un po’ in giro. Sia Maggiolini che Giovanni Pisano (attaccante dei Lupi nell’anno che con Mutti in panchina si sfiorò la serie A, ndr) me ne hanno parlato bene. Mi stuzzicava, inoltre, l’idea di venire a giocare al sud in una piazza calda come questa. Sono certo che  duemila spettatori la domenica si fanno sentire più di seimila del nord”. Protagonista della storica promozione dei piemontesi in B lo scorso campionato, nel torneo in corso ha trovato spazio solo in Coppa Itaklia. “Non so perché non giocavo, bisognerebbe chiederlo a Tesser. Ad ogni modo sono allenato a dovere visto che non ho saltato mai una seduta. Le mie caratteristiche? Sono una classica mezz’ala che può giocare sia nel centrocampo a cinque che a quattro. Sono portato a distruggere le manovre degli avversari, ma so spingermi in avanti inserendomi negli spazi. Se ci fosse necessità non disdegnerei nemmeno di posizionarmi davanti alla difesa”. Evola è arrivato a Cosenza consapevole del momento di difficoltà che sta attraversando il club. “Sì, so che ci sono dei problemi, ma so pure che stanno cercando di risolverli. Per quanto mi riguarda penso soltanto a lavorare sul campo. Come gli altri che sono arrivati tra ieri ed oggi, sono pieno di entusiasmo e ho le giuste motivazioni per fare bene. Anzi sono certo che ci riusciremo”.
wolfschool2Nel frattempo sono riprese le visite degli studenti che rientrano nel progetto “Wolf School” portato avanti con grande professionalità e serietà dall’addetto stampa del Cosenza Calcio 1914  Valerio Caparelli. La visita settimanale è inserita dalla scuola partecipante all’interno delle loro attività per l’educazione alla legalità. Stamattina è stato il turno dell’Istituto Comprensivo “Là Mucone” di Acri  che hA passato un paio di ore negli spogliatoi del Cosenza Calcio 1914 con i protagonisti della domnenica (Biancolino ed Essabr sono rientrati dopo aver usufruito di un giorno di permesso, ndr) e dello stadio San Vito. Una cinquantina di ragazzi hanno fatto festa nei luoghi cult dei tifosi rossoblù chiudendo il loro tour all’interno dello Store. Come tutti gli altri, hanno ricevuto in dono dei piccoli omaggi.  E’ il caso di dire: piccoli lupi crescono. (cosenzachannel.it)

Related posts