Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fernandez, grinta argentina: “Cosenza per me è una sfida da vincere”

Fernandez, grinta argentina: “Cosenza per me è una sfida da vincere”

“Pensiamo a dare il massimo sul campo senza badare troppo a ciò che succede intorno alla squadra. Io sono qui per dare il massimo in una piazza molto importante”.

fernandez_presentazione

Fernandez, il nuovo argentino dei Lupi

Argentino che va, argentino che viene. Dopo l’addio di Raimondi, infatti, a Cosenza arriva un altro sudamericano dal sangue caldo ma la grinta non cambia. Mariano Antonio Fernandez si è presentato oggi ai tifosi dopo aver sostenuto il secondo allenamento in rossoblù ed ha chiarito i dettagli del suo trasferimento al club silano. “Sono stato in passato vicino al Cosenza ma poi non se ne fece nulla. Quest’anno avevo sposato un progetto che in corsa non si è rivelato così importante e quando si è manifestata la possibilità di cambiare casacca e venire qui, ho detto subito di si. Ho giocato qui con il Gela, in campionati in cui la mia attuale squadra ha meritato ampiamente di vincere il torneo. Ricordo uno stadio pieno di spettatori ed ho capito subito che a questa piazza non si poteva dire di no”. E’ uno di quei difensori che fanno al caso di Toscano, Fernandez. Uno che non bada allo spettacolo ma alla concretezza. Lui spiega le qualità che lo hanno portato a giocare in squadre importanti come Torino. “Mi trovo bene da centrale nella difesa a quattro ma anche da difensore laterale nello schieramento con tre centrali. Sono un mancino e metto in campo tutta la mia grinta. Qui farò lo stesso perché in queste categorie è importante dare il massimo nel campo e sudare la maglia per novanta minuti”. In chiusura un commento sul momento della società rossoblù. Fernandez ha capito che la situazione è particolare ed invita la squadra a pensare solo al calcio giocato. “So bene che i miei compagni non stanno attraversando un periodo felice. C’è qualche problema ma ho già giocato in formazioni che stavano in condizioni simili . A noi giocatori appena arrivati spetta il compito di tirare su il morale agli altri e dare nel terreno di gioco quella spinta in più che può farti fare risultato. Speriamo tutti che la dirigenza possa mettere le cose al proprio posto per poi giocare con più tranquillità e provare a portare in alto la squadra”. (Francesco Palermo)

Related posts