Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Lucchese espugna per la prima volta il San Vito. E’ un Cosenza irriconoscibile. (2-4)

La Lucchese espugna per la prima volta il San Vito. E’ un Cosenza irriconoscibile. (2-4)

Poker dei toscani contro un Cosenza che dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio, ha subito tre reti in 10 minuti. Squadra irriconoscibile nella ripresa. E intanto in serata potrebbe cambiare qualcosa sul fronte societario.

cosenza-lucchese

Adriano Fiore in una delle sue rare sortite offensive (foto rosito)

Secondo tempo da film horror al San Vito dove il Cosenza, dopo aver chiuso la prima frazione in vantaggio per 2 a 1, ha subito il ritorno degli ospiti che in dieci minuti hanno siglato tre reti. E’ un quattro a due pesante quello subito dal Cosenza di Mimmo Toscano che dopo aver ribaltato il vantaggio di Grassi, grazie alle reti di Aquilanti e Degano, non è praticamente sceso in campo nei secondi 45 minuti. Le altre tre marcature della squadra di Indiani portano le firme di Crocetti, autore di una doppietta e di Marotta. E intanto in serata potrebbero arrivare novità sul fronte societario. La cronaca:
Partita appena iniziata al San Vito. Calcio d’inizio affidato ai padroni di casa. Ospiti subito pericolosi al 3′. Improta stoppa la palla e serve Crocetti che conclude al volo ma il tiro centrale è neutralizzato da De Luca. Al 7′ ancora Lucchese con Grassi che crossa in mezzo per Crocetti anticipato di un soffio da Fernandez. Toscani in vantaggio al 9′. Pezzi scende sulla sinistra e crossa in mezzo per Improta che lascia la palla a Grassi, libero di battere indisturbato. La sua conclusione batte sul palo e supera De Luca. Il Cosenza protesta perchè la palla al momento del cross sembrava essere uscita ed a farne le spese è il portiere dei silani che viene ammonito. I rossoblù sembrano incapaci di costruire azioni pericolose mentre la Lucchese continua a manovrare alla ricerca del varco giusto. Al 20′ ancora ospiti pericolosi con Carloto che dai venticinque metri lascia partire un destro velenoso che termina di poco fuori. Risponde il Cosenza che al 21′ arriva per la prima volta alla conclusione con Degano. L’ex Crotone controlla la palla su un assist di Fiore e dalla sinistra fa partire un tiro che si spegne al lato della porta difesa da Pennesi. Al 28′ Fernandez ferma Carloto con le cattive maniere e viene ammonito. Sulla punizione, da posizione molto defilata, ci prova Marotta ma il suo tiro si infrange sulla barriera. Ed un minuto dopo è sempre l’attaccante dei toscani che ci prova dalla destra e la sua conclusione mette i brividi a De Luca ma termina fuori. Risponde il Cosenza. Corner di Degano, sponda di Stefano Fiore e tiro di Evola ribattuto dalla difesa ospite. Ed e’ ancora Cosenza al 32′. Cross di Degano dalla sinistra perfetto per Fernandez che solo davanti a Pennesi non riesce a trovare la deviazione vincente di testa. Il gol è nell’aria e al minuto 33′ il Cosenza Pareggia. Degano batte un corner dalla sinistra ed Aquilanti è il più lesto a deviare la sfera di testa per il pareggio dei rossoblù. Il Cosenza attacca e al 39 i lupi passano. Grassi perde palla sulla sinistra, Degano la raccoglie, stoppa la sfera e lascia partire un bolide che Pennesi sfiora ma non trattiene. Grande gol dell’attaccante rossoblù. Due minuti dopo ancora una azione pericolosissima dei padroni di casa che portano alla conclusione Adriano Fiore. E’ bravissimo il portiere ospite nella deviazione. Si riprende al San Vito senza variazioni nelle due squadre. Alla prima occasione del secondo tempo gli ospiti trovano il punto del pari. Il merito è di Crocetti che al 48′ raccoglie un preciso cross di Grassi e batte De Luca. La squadra di Indiani sulle ali dell’entusiasmo cerca il gol del vantaggio e lo sfiora al 50′ con Lollini. La sua conclusione è neutralizzata bene da De Luca. Uno due terrificante degli ospiti che al 54′ trovano anche la rete del vantaggio. Cross di Carloto per De Luca che sbaglia la presa alta e regala la palla a Crocetti. L’attaccante della Lucchese non deve fare altro che depositare la palla nel sacco. Errore clamoroso del portiere rossoblù. E dopo cinque minuti arriva anche la quarta marcatura per i toscani di Indiani. Carloto prende palla e serve Marotta che supera De Luca dalla sinistra in uscita con un preciso tocco. Cosenza frastornato. Toscano prova a dare una scossa alla squadra ed inserisce Essabr che va a prendere il posto di Evola. Risponde indiani che manda in campo Bova al posto di Crocetti per difendere meglio il doppio vantaggio. Il Cosenza tenta una timida reazione con Fernandez che svetta più in alto di tutti su un corner di Degano ma spedisce la palla alta sopra la traversa. Risponde subito la Lucchese con il solito Marotta che stoppa la palla e senza pensarci su conclude ma De Luca trova la presa bassa. Ancora Marotta pericoloso al 72′. L’attaccante entra in area ma al momento della battuta viene contrastato da Thackray che salva la porta rossoblù. Saranno quattro i minuti di recupero. Partita terminata.

Il tabellino:
COSENZA (3-5-2): De Luca; Thackray, Cotroneo, Fernandez; Matteini, Aquilanti, S. Fiore, Evola (65′ Essabr), A. Fiore; Degano, Biancolino. A disp: Marino, Ungaro, Scarnato, Martucci, Sommario, Essabr, Viscardi. All. Toscano
LUCCHESE (4-3-1-2): Pennesi; Marchetti, Lollini, Bertoli, Pezzi; Piccinni, Cardona (90′ Pani), Carloto; Grassi (80′ Hemmy); Marotta, Crocetti (66′ Bova). A disp. Pardini, Baldanzeddu, Bova, Galli, Hemmy, Pani, Taddeucci. All. Indiani
ARBITRO: Intagliata di Siracusa
MARCATORI: 9′ Grassi, 33′ Aquilanti, 39′ Degano, 48′ Crocetti, 54′ Crocetti, 59′ Marotta.
NOTE: Spettatori circa 2500. Espulsi: – Ammoniti: De Luca, Fernandez, Matteini. Corner: 5-7 Recupero: 1′ pt, 4’st.

Related posts