Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biancolino fuga i dubbi: “Resto a Cosenza, ma troppe parole su di me”

Il pitone: “Martedì tornerò con il gruppo. In passato mi è capitato di chiedere la rescissione con un’altra squadra e se non lo ho fatto qui è perché voglio restare”.

biancolino_con_lucchese

Biancolino chiarisce la sua posizione

C’è assolutamente bisogno di tranquillità intorno al Cosenza. Dopo la rivoluzione tecnica e societaria, si sta cercando di rimettere i tasselli al posto giusto e, cosa ancor più importante, si pensa a guadagnare punti pesanti. Di voci nell’ultimo periodo ce ne sono state tante, spesso prive di fondamento e destabilizzanti per una squadra che in situazione d’emergenza, proverà a fa punti all’ombra della torre di Pisa. Uno dei grandi assenti del match sarà Raffaele Biancolino. Il pitone in settimana non si è allenato con il gruppo e proprio lui ha voluto far chiarezza mettendo fine ai rumors che lo volevano ad un passo dall’addio rilasciando a cosenzachannel.it un’intervista in esclusiva. “Ho sentito diverse voci in settimana ma voglio ribadire che sono del tutto fuorvianti. Ho avuto qualche problema fisico ed ancora oggi non sto bene, ragion per cui non ho potuto sostenere le sedute d’allenamento con il gruppo. Io sto bene a Cosenza ed ho scelto di rimanere qui: martedì sarò nuovamente sul terreno di gioco del sanvitino per preparare le prossime partite insieme ai miei compagni”. Queste le prime parole di Biancolino che rincara la dose. “Mi è capitato in passato con un’altra squadra (Juve Stabia, ndr) di chiedere la rescissione del contratto e l’ho ottenuta. Quando capisci che la tua avventura in un gruppo è terminata non puoi fare altro. In questi giorni invece non ho assolutamente pensato di lasciare la città anche perché sarebbe stato semplice chiedere di partire in fase di mercato o chiedere ai dirigenti in qualsiasi momento di potermi svincolare. Non lo ho fatto perché ho intenzione di indossare ancora la maglia rossoblù ed ho voglia di far bene per il Cosenza. Era doveroso fare chiarezza perché la squadra ha bisogno di tranquillità e credo che sia fondamentale mettere a tacere qualsiasi tipo di voce che possa creare confusione in un gruppo che vuole lavorare in totale armonia”.   (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it