Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza paga parte degli stipendi, ma comunque sarà deferito

Il Cosenza paga parte degli stipendi, ma comunque sarà deferito

La società ieri ha saldato parte delle mensilità maturate a calciatori, staff medico, magazzinieri e responsabili dello Store. Si sta lavorando nella giusta direzione.

esultanza__col_folignoIl nuovo corso societario targato Funari-Bruni, ha mantenuto la prima promessa. Il giorno del loro insediamento infatti avevano garantito ai calciatori che entro la fine del mese avrebbero provveduto a saldare almeno una mensilità arretrata e che man mano sarebbe stato recuperato il terreno perduto. Avevano altresì ammesso che alla scadenza del 14 febbraio però non avrebbero potuto far fronte e che quindi un nuovo deferimento sarebbe stato automatico. Tuttavia questo aspetto è riuscito a passare in secondo piano per due motivazioni: la compattezza  che si è improvvisamente creata all’interno dello spogliatoio e il lavoro certosino che si sta svolgendo in seno al club per dare un futuro al Cosenza 1914. Ieri mattina è arrivata la prima parte dei proventi relativi alla cessione di De Rose alla Reggina, più o meno 140mila euro, che sono stati impiegati immediatamente per far tirare un sospiro di sollievo ai calciatori, allo staff medico, ai magazzinieri e ai responsabili dello Store. Il criterio di distribuzione è semplice: chi ha un salario elevato ha preso uno stipendio, chi invece ha accordi più bassi si è visto recapitare sul proprio conto due o anche tre mesi. Dopo il pareggio conquistato a Pisa, non c’è che dire, è il modo giusto di presentarsi alla tifoseria. Ieri, inoltre, dopo il colloquio a Palazzo dei Bruzi con Perugini, Bruni ha visto Pino Citrigno. All’ex presidente è stato esposto il progetto e spiegato come si intende arrivare al 30 giugno con le carte in regola per l’iscrizione. Citrigno è uscito positivamente colpito dall’incontro, ma si è preso qualche giorno di tempo per aderire a tempo pieno al programma di risanamento, che da ieri ha palesato concretezza. Finalmente.  (cosenzachannel.it)

Related posts