Tutte 728×90
Tutte 728×90

Aquilanti: “Questo Cosenza ha fame di vittorie”

“Quando sono arrivato ho visto un gruppo troppo preso da fattori esterni. Il nuovo presidente ha portato serenità ed in questo clima, con i nostri mezzi, possiamo davvero far bene. A partire da domenica con il Barletta”.

aquilanti_esulta_dopo_il_gol_alla_lucchese

Aquilanti, già una rete per il Cosenza 1914

Due prestazioni convincenti ed una rete per Antonio Aquilanti rappresentano un buon bottino per un calciatore giunto a Cosenza a fine gennaio in punta di piedi e già punto fermo della mediana rossoblù. Il centrocampista si è ambientato bene e vuole essere determinante con la maglia dei silani. “Sono felice di esser qui perché i compagni mi hanno accolto benissimo e la città mi piace. Al mio arrivo ho trovato una situazione molto delicata ed un gruppo di ragazzi segnati dalle situazioni societarie. In quelle condizioni era quasi impossibile lavorare e la sconfitta casalinga con la Lucchese è difatti dipesa dallo stress psicologico che i problemi stavano creando in seno allo spogliatoio. L’avvento del nuovo presidente ha invece portato una ventata di novità e tanta serenità in una squadra che ha risposto con una bella prestazione a Pisa”. Lettura perfetta quella di Aquilanti che in un pensiero ha racchiuso gli ultimi venti giorni. Ora però è giunto il momento di guardare avanti, ripartendo però dal pareggio conquistato in extremis in terra di Toscana. “Al termine della gara con i neroazzurri eravamo sfiniti ma felicissimi. Una squadra che in trasferta va sotto per due volte e riesce ad acciuffare il pareggio, ha indubbiamente delle qualità importanti. Noi abbiamo lottato perché finalmente eravamo concentrati sul campo ed ora bisogna fare lo stesso con il Barletta perché il prossimo impegno ha una valenza molto rilevante in chiave salvezza”. Aquilanti ha subito conquistato Gigi De Rosa che gli ha subito affidato le chiavi della mediana ed il calciatore ex Pescara fa chiarezza sul suo ruolo. “Preferisco agire sulla linea di centrocampo ma in passato per esigenze ho fatto spesso il terzino. Credo che un professionista debba essere sempre pronto a sacrificarsi per la squadra ma il mio ruolo naturale è il centrocampista ed è li che mi esprimo al meglio”. In chiusura un pensiero per mister De Rosa e uno per capitan Fiore. “Conoscevo già il tecnico perché faceva il secondo quando ero a Pescara. E’ un professionista preparato che sa fare bene il suo mestiere. Stefano Fiore invece non ha bisogno di ulteriori attestati di stima. Per lui parla la sua carriera ma mi ha stupito la disponibilità e il rispetto che ha nei confronti di tutti. E’ sempre pronto a dare consigli e a guidare la squadra. E’ l’uomo simbolo e se la città lo ama è perché è un grandissimo calciatore oltre che un uomo di spessore. (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it