Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, contro il Barletta arriva un altro punto pesante (1-1)

Essabr su rigore regala il pareggio ai rossoblù che guadagnano in classifica una lunghezza su Andria, Pisa e Ternana.

cosenza-barletta

Capitan Fiore in azione (foto mannarino)

E’ festa al novantesimo per un punto che vale oro. Contro il Barletta i rossoblù erano passati in svantaggio ma dopo la rete siglata da Innocenti, gli uomini di De Rosa hanno tirato fuori gli artigli e trovato un punto che in classifica consente ai silani di guadagnare posizioni sulle dirette avversarie. Buona la mossa di De Rosa che ha sposta Mattein iin attacco. E’ stato infatti proprio l’esterno livornese a procurarsi il rigore trasformato con freddezza da Essabr. Ora sotto con il Benevento. La cronaca: Squadre appena scese in campo e calcio d’inizio affidato alla compagine ospite. Prima occasione per il Barletta che batte un corner respinto bene dalla difesa di casa al 3′. Avvio vivace dei biancorossi che al 7′ si rendono pericolosi con Galeoto, rapido ad entrare in area e mettere in mezzo un rasoterra pericoloso che Cotroneo devia in corner anticipando Innocenti pronto alla battuta ravvicinata. Risponde il Cosenza con Adriano Fiore che va via sulla destra e cerca con un traversone la testa di Degano, anticipato di un soffio da Ischia. Sale la spinta del Cosenza. Al 15′ Sfefano Fiore pennella una punizione per Fernandez che prova per due volte a calciare a rete ma la difesa di Cari libera l’area mandando in corner. Sale in cattedra il capitano rossoblù che al 17′ supera con un tunnel un centrocampista avversario ed allo stesso modo salta Rajcic prima di inventare un pallonetto per Essabr, preceduto dall’ex Gabrieli che in uscita sventa la minaccia. Cresce il Cosenza. Al 20′ Adriano Fiore fa secco Galeoto e mette in mezzo per Essabr che di prima intenzione salta un uomo ma perde il tempo della battuta e non riesce a calciare in porta. La risposta della squadra pugliese è affidata un minuto dopo a Bellomo che da posizione centrale appena fuori area calcia un punizione alta sulla traversa. Al 27′ il Cosenza va vicinissimo al vantaggio. Stefano Fiore conduce un contropiede veloce ed allarga per Matteini che crossa proprio per il capitano. Il suo tiro è respinto in corner da Galeoto. Al 35′ il Barletta si rende pericoloso con Bellomo che dalla sinistra lascia partire un esterno destro molto potente che impegna severamente De Luca, molto bravo nella deviazione in tuffo. Ancora il talento scuola Bari al 41′. Bellomo taglia il campo dalla sinistra con un passaggio filtrante per Simoncelli, anticipato ad un passo dalla porta da un intervento in scivolata di Fernandez. Al 44′ invece è Bruno a rendersi pericoloso con un sinistro dai venticinque metri che termina fuori di poco. L’arbitro ha appena concesso un minuto di recupero. Match appena ripreso al San Vito. Barletta subito in avanti con l’ennesimo traversone di Simoncelli deviato in corner da Thackray. E’ il quinto per gli ospiti ma Rajcic di testa non inquadra la porta. Altro corner al 49′ per i biancorossi ma la difesa rossoblù ribatte e riparte in contropiede. L’azione è pericolosa ma Roselli sbaglia l’ultimo passaggio che avrebbe liberato Degano. Sfuma così un’ottima opportunità per i lupi silani. Cosenza vicino al vantaggio al 52′. Stefano Fiore combina con Degano sull’out di sinistra e libera al tiro l’attaccante rossoblù. E’ bravissimo Gabrieli nella deviazione in corner. Sugli sviluppi dell’angolo il Cosenza va ad un passo dalla rete dell’uno a zero. Essabr libero in area calcia a botta sicura ma il suo tiro viene respinto da Ischia. La sfera termina sui piedi di Aquilanti che da due passi conclude a rete ma è ancora la difesa ospite, forse di mano a respingere l’offensiva dei padroni di casa. I rossoblù recriminano ma l’arbitro lascia proseguire. Nel momento migliore per il Cosenza però il Barletta passa. Punizione di Iscjhia dalla destra e palla per Innocenti. I difensori silani perdono la marcatura e l’attaccante del Barletta stoppa la palla in area e con un potente destro supera De Luca. De Rosa cambia subito. Fuori Degano e dentro Ungaro. Il tecnico dispone la squadra secondo il 4-3-1-2 con Fernandez e Ungaro sulle corsie laterali in difesa e Matteini che scala in attacco a far coppia con Essabr. Stefano Fiore si muoverà dietro le due punte. E’ ancora il Barletta però a sfiorare il gol. Rajcic riceve palla e libera la tiro Zappacosta dia 25 metri. Il centrocampista ec Pescara lascia partire un bolide diretto sotto l’incorcio ma De Luca con uno splendido intervento toglie la palla dall’incrocio. Il Cosenza non ci sta e prova a copstruire qualche azione pericolosa ma il Barletta si difende con ordine e prova a ripartire. Siamo al 77′ e intanto mister De Rosa manda a scaldare tutti i panchinari e proverà ancora a cambiare qualcosa. All’81’ però il Cosenza trova il punto del pari. Fernandez serve in area Matteinich e viene messo giù. Essabr si incarica della trasformazione e con freddezza supera Gabrieli. La gara si accende ed i rossoblù si buttano in avanti fra i cori del San Vito che spinge la squadra. All’86’ esce fra gli applausi capitan Fiore ed entra al suo posto Giacomini che ritrova il terreno di gioco dopo più di un mese e mezzo di stop. Saranno quattro i minuti di recupero. Al 91′ Rajcici lanciato in area in sospetta posizione di fuorigioco, spreca clamorosamente sbagliando il più facile dei gol. La gara termina ed il Cosenza conquista un buon punto. (Francesco Palermo)

Le formazioni:

COSENZA (3-5-2): De Luca; Thackray, Cotroneo, Fernandez; Matteini, Aquilanti (71′ Evola), S. Fiore (86′ Giacomini), Roselli, A. Fiore; Degano (60′ Ungaro), Essabr. A disp. Marino, Scarnato, Giacomini, Ungaro, Evola, Martucci, Viscardi. All. De Rosa
BARLETTA (4-2-3-1): Gabrieli; Galeoto, Ischia, Lucioni, Bruno; Zappacosta (82′ Frezza), Simoncelli (71′ Agnelli), Rajcic; Bellomo, Innocenti (86′ Martino), Rana. A disp.: Tesoniero, Agnelli, Cerone, Frezza, Infantino, Lorusso, Maino. All.: Cari.
ARBITRO: Zivelli di Torre Annunziata
MARCATORI: 58′ Innocenti, 81′ Essabr.
NOTE: Terreno in buone condizioni e cielo minaccioso. In tribuna il nuovo commissario unico Eugenio Funari. Spettatori 1418 per un incasso di 6 mila euro circa. Espulsi: -; Ammoniti Rajcic, Simoncelli, Innocenti, Bellomo; Corner: 6-8; Recupero: 1’pt, 4′ st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it