Calcio a 5

C5-C1: Citrarum di nuovo in vetta, ma il Melito non ha giocato

La capolista non ha giocato a causa delle condizioni meterologiche e i tirrenici ne approfittano. Risorge il Città di Rende che d’autorità vince a San Giovanni contro l’Oratorio.

foto_generica1

Sospesa a fine primo tempo la gara tra Fusal Melito ed il Fabrizio a causa della pioggia insistente abbattutasi sul campo del Liceo. La partita si apre con due ghiotte occasioni per il Fabrizio che però spreca. I padroni di casa vanno in rete alla prima conclusione in porta con Pratticò, che con uno stupendo terra aria infila l’incolpevole Sapia all’incrocio dei pali. Il Fabrizio accusa il colpo e subisce il raddoppio di Spanò. Il finale è tutto di marca ospite che però non riesce a battere il solito Spanti.

La ripresa, come anticipato, non inizia. Vittoria d’autorità del Citrarum sul volenteroso Kroton. Dopo l’iniziale fase di equilibrio contraddistinta dalla rete di Bruno e dal pareggio del Krotoncon De Cicco. I padroni di casa, prendono in mano le redini del giuoco e prima del riposo realizzano altre due reti con Bruno e Pellegrini. In avvio di ripresa gli ospiti provano a riprendere la gara accorciando le distanze con Scaccianoce.  Poi sale in cattedra Ferraro ed il Citrarum innesta il turbo. Il bomber cosentino concretizza una tripletta e con la successiva rete di Pellegrini si arriva sul 7-2. Gara virtualmente chiusa. Nel finale Bruno segna la rete numero otto e poi il Kroton realizza il terzo e quarto goal con Cimino e Piperissa. Vince in chiave play off come da pronostico l’Odissea 2000 contro una buona Lazzarese che dura solo 40 minuti. Parte forte la squadra di Tuoto che passa al primo con Rocha ed è lo stesso brasiliano a replicare al decimo. I reggini non ci stanno e riaprono la gara con Casile. Il primo tempo si chiude con l’Odissea 2000 avanti 3-1 grazie ad Apprezzo. La ripresa inizia con la Lazzarese che tenta di riaprire la gara e in parte i ragazzi di Politi ci riescono con Calabrò A. Questo scatena la reazione dei rossanesi che dilagano andando a rete per ben cinque volte consecutive con in ordine Rocha, Labonia, Apprezzo, Sapia e ancora Rocha (foto in basso a sinistra) il migliore dei suoi. Nel finale grazie anche ad un pò di rilassamento dei padroni di casa la Lazzarese accorcia le distanze con la doppietta di Casile e il goal di Latella che fissa il punteggio sull0 8-5. Perde l’imbattibilità casalinga l’Oratorio San Francesco che cede in casa contro una tenace Città di Rende particolarmente cinica come non mai. 5-9 il risultato finale condizionato però da un arbitraggio contestato dai padroni di casa soprattutto per l’espulsione del portiere Madia sul 3-4 che ha condizionato e non poco la squadra silana. Ma andiamo con ordine: parte bene il Città di Rende che èassa in apertura con Francesco Cipolla al quale replica dopo due minuti Alessio. Il Città di Rende si dimostra molto concreto e colpisce in modo cinico in due occasioni in successione prima con De Rango e poi ancora con Cipolla per l’ 1-3. Nel finale di primo tempo l’arbitro ammonisce il portiere Madia reo di esser entrato scomposto in uscita su Salerno tra le proteste dei padroni di casa che volevano invece il fallo contrario per l’entrata a gamba tesa del pivot cosentino. Episodio chiave questo perchè ad inizio ripresa il portiere silano prenderà la seconda (giusta) ammonizione e di conseguenza l’espulsione. La ripresa però si riapre con l’Oratorio voglioso di rimettersi in partita e i ragazzi di Federico ci riescono prima con Simari e poi con Cordua. Nel momento forse migliore però è Perri a spegnere l’entusiasmo e spostare l’ago della bilancia dalla parte rendese. Sul 3-4 l’episodio dell’espulsione di Madia citato prima da un netto vantaggio morale al Città di Rende che va ancora a segno prima con Cipolla Francesco ma l’Oratorio riapre subito con Romano. Nemmeno due minuti e il Ciità di Rende riporta a due le reti di vantaggio grazie a  Perri.L’Oratorio spingendosi in avanti nel disperato tentativo di rimonta lascia diversi spazi e il Città di Rende chiude la pratica grazie a Fabio Cipolla e ancora Perri. Al 30′ è ancora Fabio Cipolla il migliore dei suoi a siglare il nono gol su tiro libero mentre proprio allo scadere Simari sigla il gol  che serve solo per i numeri e decretare il 5-9 finale.

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina