Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Rosa mischia le carte ed aspetta Aquilanti

De Rosa mischia le carte ed aspetta Aquilanti

La formazione del Cosenza ancora è in altomare per via degli acciacchi ad alcuni giocatori cardine. Disputata una partitella contro la Berretti, sul finale si sono rivisti il centrocampista e il pitone Biancolino.

giacomini_in_allenamento

Giacomini è pronto per tornare titolare dal primo minuto (foto rosito)

Prosegue serrata la marcia di avvicinamento del Cosenza al match contro la Nocerina di domenica prossima. Se da un lato Funari sta stringendo per chiudere accordi con gli imprenditori da presentare poi alla piazza, dall’altro la squadra appare concentrata sul proprio compito. Tra i giocatori c’è la consapevolezza che qualcosa a breve potrebbe cambiare e che pertanto anche la loro tribolata stagione muterebbe improvvisamente. In mezzo tutta una serie di congetture ed ipotesi che all’ombra della Sila si alimentano da sole pescando nel torbido. Sul rettangolo verde del San Vito Gigi De Rosa ha diretto una seduta tattica, dove a fare da sparring partner c’era la formazione Berretti di Antonio Germano, sabato prossimo impegnata sul terreno del Trapani. Il tecnico ha mischiato le carte distribuendo casacche gialle senza tener conto di chi poi sarà titolare domenica prossima. Inizialmente hanno lavorato a parte ancora Biancolino ed Aquilanti, più Fernandez e Musca. Tranne quest’ultimo, tutti hanno successivamente disputato uno spezzone di gara aggregandosi al resto dei compagni. Con ogni probabilità Adriano Fiore non sarà della partita perché il suo ginocchio è ancora gonfio e dolorante: rischiarlo significherebbe poterlo perdere per la trasferta di Foligno e il seguente match casalingo contro il Gela. Questi sono due appuntamenti che non si possono fallire perché i punti conquistati, specialmente se vittorie, varrebbe doppio. Allora ecco che il professor Pincente sta tentando di rimettere in sesto Aquilanti, l’obiettivo è consegnarlo al coach barese per sabato mattina al momento della rifinitura. Con l’ex calciatore del Pescara a pieno servizio, il 3-5-2 andrebbe sì un po’ stretto (Evola non è un mediano classico come lo squalificato Roselli e tende a spingersi in avanti) ma nessuno ci baderebbe più di tanto. Se malauguratamente invece non dovesse recuperare in tempo le alternative sono due: lanciare il baby Sommario nella gara più complicata della stagione, o insistere sul 4-4-2 bloccando quattro marcatori dietro, sfruttando la velocità di Giacomini e Matteini sulle ali, arretrando Stefano Fiore ed inserendo Degano alle spalle di Biancolino. In porta Marino è favorito su De Luca: toccherà a Di Leo dare valide indicazioni a De Rosa. Martucci è uscito anzitempo per una botta alla caviglia. Come si può facilmente evincere, sull’undici titolare da opporre alla Nocerina dalle parti del San Vito c’è ancora appeso il cartello lavori in corso.  (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it