Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, si rivede Scarlato

Cosenza, si rivede Scarlato

Il Cosenza ha sostenuto soltanto una seduta mattutina e l’ex difensore del Frosinone era presente in borghese. Gigi De Rosa continua a provare schemi ed uomini in vista del match di Foligno.

scarnato_e_fiore_allenamento

Scarlato e Fiore durante l’allenamento di qualche settimana fa

Si avvicina il rientro in squadra di Gennaro Scarlato che, dopo essersi curato da uno staff di sua fiducia, nei giorni scorsi ha sostenuto una serie di esercizi specifici a San Lucido dal professor Novello. All’inizio della prossima settimana dovrebbe tornare a disposizione di Gigi De Rosa per ricominciare a correre e sudare con i compagni. Recuperarlo in vista del rush finale di campionato ed averlo a pieno regime (avanti con gli socngiuri…) anche nei playout qualora non si riuscissero ad evitare, è sicuramente una priorità. Intanto sul rettangolo verde del “Del Morgine” si continua a preparare lo scontro diretto di Foligno. E’ un match che vale doppio e il Cosenza ne è consapevole. Sicuramente non prenderà parte della missione Adriano Fiore che deve smaltire i postumi del gonfiore al ginocchio: le cose vanno meglio ma per rivederlo in campo servirà aspettare martedì. Esclusi i soliti noti (Musca che continua a lavorare a parte e Matteini che è squalificato) l’allenatore dei Lupi sembra aver le idee abbastanza chiare su chi mandare in campo. L’idea è di disporsi secondo un 4-5-1 dove i quattro difensori resterebbero bloccati davanti a Marino. Ungaro, Thackray (ce la farà), Cotroneo e Fernandez lascerebbero libertà di azione a Degano sulla destra e Giacomini dalla parte opposta. In più Biancolino potrebbe far affidamento sulle giocate di Stefano Fiore che lo supporterebbe in tutto e per tutto. La cerniera sulla mediana sarà composta da Aquilanti e dal rientrante Roselli. Nel frattempo, la società del Cosenza 1914  fa sapere che “lunedì 21 marzo, presso la Sala Polifunzionale del Comune di San Lucido, si terrà un interessantissimo convegno sullo sport dal tema “Lo Sport di squadra quale vera risorsa di una società in declino – educare i giovani con i valori degli sport di squadra è una partita da non perdere”. I responsabili provinciali settore sport, e il presidente provinciale ENDAS, hanno inteso promuovere questa nobile iniziativa, contestualmente ad un particolare momento che vive il nostro calcio provinciale e regionale, proprio per ascoltare opinioni e proposte di addetti ai lavori in modo da stemperare e smorzare toni accesi e oltremodo pungenti di queste ultime settimane. Nel rispetto dell’argomento trattato, educare i giovani ai veri valori degli sport di squadra, interverranno i maggiori organi regionali delle istituzioni sportive, dal presidente provinciale del CONI, Giuseppe Abate al presidente regionale degli allenatori di calcio, Firmo Micheli, dal presidente regionale LND, Saverio Mirarchi al presidente regionale AIA Calabria Stefano Archinà, fino all’assessore allo sport provincia di Cosenza Pietro Lecce; naturalmente non potranno mancare loro, le squadre di calcio dalle più titolate alle meno titolate, ad iniziare dal Cosenza Calcio 1914 su tutte, unite sotto un’unica bandiera, aggregazione e rispetto reciproco e delle regole. Un’idea fortemente voluta dagli organi direttivi dell’ ENDAS, cui faranno seguito altre iniziative e mobilitazioni sociali sportive, in seno ad argomenti di costruzione collettiva popolare. Solo una nota: l’E.N.D.A.S. già riconosciuto come Ente di Promozione Sportiva, con delibera del Consiglio Nazionale del CONI del 24 giugno 1976, è stato riconfermato in tale sua qualità con deliberazione del Consiglio Nazionale del C.O.N.I. n.1224 del 15 maggio 2002 in attuazione del Decreto legislativo n.242 del 23 luglio 1999“.  (cosenzachannel.it)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it