Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il valore della fiducia collettiva

Il valore della fiducia collettiva

– l’editoriale di Federico Bria

Le parole di Zaccheroni rendono concreto il pensiero di come si possa ripartire in una nuova avventura di vita. Il racconto della tragedia che ha sconvolto il Giappone è la fotografia di una cultura lontana anni luce dalla nostra.

zaccheroni_giappone

Alberto Zaccheroni è il ct del Giappone. Ha vinto l’ultima Coppa d’Asia

Alberto Zaccheroni è un grande allenatore e anche una grande gloria del Cosenza Calcio (che lo lanciò nel calcio di serie A al termine di un campionato meraviglioso). Oggi, Zaccheroni è allenatore della nazionale giapponese e nel suo staff ha chiamato il cosentino Maurizio Guido (che, insieme a lui, sta facendo una esperienza fuori dal normale). Zac ha appena vinto la Coppa d’Asia con i nipponici ed era a Tokyo in occasione del violentissimo terremoto di pochi giorni fa. Rientrando dal Giappone, Zaccheroni ha avuto parole bellissime per il popolo del sol levante. Mi ha colpito, in particolare, una frase dell’intervista pubblicata da Repubblica: “Zaccheroni ha poi voluto raccontare un episodio “per far capire come è fatto il popolo giapponese. Dopo il terremoto ho visto con i miei occhi supermercati che davano la possibilità alle persone di ritirare la merce senza pagare, sicuri che, una volta passata l’emergenza, torneranno a pagare ciò che hanno preso”.Quante volte abbiamo letto e sentito di sciacalli in azione, a margine di fenomeni naturali così distruttivi? Certo, quello raccontato da Zac è solo un aspetto, marginale e isolato; uno scatto fotografico della immane tragedia che si è abbattuta sui giapponesi. Ma è, allo tesso tempo, una efficacissima chiave di lettura per capire la cultura di un popolo e, se ne siamo capaci, trarne motivi di crescita. Quanto vale il gesto di quei commercianti che hanno aperto ciò che rimaneva dei loro negozi per consentire alla gente di rifornirsi senza pagare? Hanno perso qualcosa? E se si, quanto? Hanno guadagnato qualcosa? E se uscissimo dalla ristrettezza individuale e ci chiedessimo cos’ha guadagnato quella collettività, siamo certi di essere in grado di quantificarla? Zac dice “sono sicuri che, una volta passata l’emergenza, torneranno a pagare”. Quanto vale questa fiducia? Aggiornando il celebre discorso di Bob Kennedy sul PIL potremmo dire che la macchina dei soccorsi e gli investimenti necessari per riparare gli enormi danni subiti, consentiranno al Giappone di rialzare il proprio PIL. Ma niente e nessuno potrà quantificare il valore dell’onestà dei suoi cittadini, la preparazione dei loro ingegneri e, soprattutto, la capacità di agire senza diffidenza negli altri. Avendo avuto la fortuna di imbattermi nel modo di vivere dei giapponesi, ho rivisto in quelle parole, come nella compostezza delle immagini televisive, l’essenza di chi fonda la propria esistenza nella forza collettiva. Senza dire dell’esempio di dignità che viene dai singoli cittadini. Il Giappone, oggi, ha bisogno dell’aiuto di tutti, eppure, in ogni particolare di questa tragedia è possibile individuare grandi lezioni per l’umanità. Quanto sarebbero più “ricchi” gli uomini se potessero fidarsi l’uno dell’altro? Lo sport, per venire alle nostre latitudini e lasciare queste dolorosissime vicende, dovrebbe essere un incubatore di fiducia e di coesione. Quando questo non accade si impoveriscono tutti, chi pratica il gioco, chi lo segue e chi lo organizza. Le parole del caro Zac ci riportano uno spicchio significativo di una enorme tragedia. Il loro contenuto ci fa pensare anche alla nostra situazione. Non credete?

Related posts