Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roselli ringhia: “I miei muscoli per il Cosenza”

Roselli ringhia: “I miei muscoli per il Cosenza”

Il centrocampista rossoblù vuole centrare subito l’obiettivo della salvezza. “Contro il Gela sarà difficile, ma non possiamo fallire l’appuntamento con i tre punti. Funari? Aspettiamo risposte”.

roselli_grinta

Fabio Roselli è un centrocampista sette polmoni (foto rosito)

Fabio Roselli assieme a Stefano Fiore è il leader del gruppo. Cosentino doc, la domenica in campo moltiplica gli sforzi per permettere alla sua squadra di centrare l’obiettivo della salvezza. “Tutti remiamo nella stessa direzione. Teniamo particolarmente a conquistare sul campo il diritto a giocare ancora in Prima divisione. Possiamo farcela tranquillamente, anche perché il calendario sembra venirci incontro: abbiamo gli scontri diretti al San Vito, più l’ultima gara contro il Foggia. Inutile sottolineare che dobbiamo vincerle tutte quante. Il Gela è una buona formazione, ma i tre punti ci servono come il pane”. Sui rossoblù però c’è l’incognita della nuova penalizzazione. “Non sappiamo se anche altri riceveranno delle sanzioni, ma rispetto ad un anno fa la quota-salvezza dovrebbe abbassarsi”. Dodici mesi fa bastarono 38 punti, ora è capace che con un paio di punti in meno un sodalizio possa cavarsela senza troppi problemi. “Siamo contenti anche del fatto che la gente è consapevole del nostro impegno. Stiamo dando tutto, così come facevamo un anno fa. Ma la differenza sta che i problemi societari accusati da metà campionato in poi l’anno scorso non vennero a galla, mentre adesso sin da subito si è capito che le cose non sarebbero andate bene. Tutto qui”. Contro il Foligno è mancato il gol, difetto che sta condizionando troppo le gare di Roselli e compagni. “E’ vero, c’è difficoltà ad arrivare alla conclusione. Stiamo lavorando duro per sopperire alle nostre carenze, non c’è modo differente di poter procedere”. Ultima battuta dedicata alle delicate questioni societarie. “In campo nessuno di noi ci pensa, ma è possibile che qualcuno possa esserne condizionato anche in maniera inconsapevole. Per quanto mi riguarda il pensiero non mi sfiora. Funari? Aspettiamo delle risposte”.  (cosenzachannel.it)

Related posts