Tutte 728×90
Tutte 728×90

Splendida Isocasa a Rosarno

Splendida Isocasa a Rosarno

Il quintetto rossoblù liquida 88-78 i cugini e si riporta in piena zona playoff. Pate e Ginefra autori di prestazioni maiuscole. Coach Carbone entusiasta: “Siamo stati bravi a crederci”.

ISOCASA-ROSARNO

L’Isocasa contro il Rosarno nel match di andata al PalaFerraro

Torna alla vittoria l’Isocasa Cosenza, dopo il brutto stop con Soverato, e lo fa in un campo difficile e contro una squadra che prova ad imporsi sin dal primo minuto. Il PalaFamurro di Rosarno, si sa, è noto per la presenza di un pubblico molto acceso e molto partecipe nelle gare, poi se si aggiunge il fatto che non era una gara come tutte le altre, bensì un derby, allora il clima diventa ancora più caldo. Match molto combattuto già dai primissimi minuti, con l’Isocasa che prova immediatamente ad accumulare vantaggio portandosi sul punteggio di 2-12; punteggio che però, dopo un time out chiamato da coach Surace, diventerà 10-12, con i gialloblu che cercano in tutti i modi il dominio in attacco, giocando tutte le carte a disposizione. I primi 10 minuti si chiudono con i cosentini avanti di un solo punto e il punteggio a 21-22. Nel secondo quarto, cambia poco; grinta ed energia arrivano da tutte le parti, e poi immancabilmente si aggiungono i canestri super del solito Iaria, che non si smentisce neanche stavolta chiudendo con ben 34 punti a referto. I ragazzi di Carbone però non mollano, e anche se spesso penalizzati dal solito arbitraggio poco veritiero, continuano a crederci fino alla fine, senza dare troppa importanza al vantaggio dei padroni di casa, e chiudendo comunque il secondo parziale in perfetta parità (44-44). Al rientro dagli spogliatoi i rossoblu riescono più facilmente a trovare la via del canestro, cosa che nei primi due quarti, forse per via della luce solare decisamente fastidiosa era stata più difficile del previsto. Si susseguono le bombe di Bosco e Delli Carri, che permettono ai rossoblu di allungare un po’ il vantaggio. Ai cosentini però risponde il solito Iaria che trova ancora il fondo della retina, dalla lunga distanza in particolar modo (5 i tiri da tre a fine gara). Quando scadono i trenta minuti il punteggio è 62-67. L’ultima frazione di gioco è dominata interamente dai cosentini, che riescono ad accumulare un discreto vantaggio, segnando per lo più dalla lunetta, e mettendo il sigillo ad una partita certamente non facile, ma particolarmente intensa sotto tutti i punti di vista. Finisce con il punteggio di 78-88 il derby calabrese, con una vittoria importante per i rossoblu, che si portano a quota 30 punti in classifica. Partita particolarmente delicata ed emozionante per il Coach Pierpaolo Carbone, che a distanza di un anno ritorna nelle mura del PalaFamurro da avversario, dopo un’intensa stagione trascorsa alla guida dei gialloblu. A fine gara il commento del coach non può che essere positivo, sia nei confronti dei rossoblu, che nei confronti dei suoi ex giocatori: “E’ stato un vero derby ed una partita equilibrata fino al 25′: una partita che ha visto lottare strenuamente il Rosarno, sospinto da un Iaria fenomenale e allo stesso tempo un Cosenza che ha macinato il suo gioco; i ragazzi sono stati bravi a giocare bene su un campo che è da sempre ostico a tutti gli avversari; siamo stati bravi a crederci e sopratutto con una difesa attenta e precisa, siamo riusciti a cogliere un risultato positivo che continua a farci sognare in prospettiva playoff. Un ringraziamento particolare va a Capitan Pate e a Ginefra, che non hanno abbassato mai la guardia e con la giusta concentrazione sono stati bravi a trascinare la squadra alla vittoria. Molto nervoso, purtroppo, Delli Carri che complice un arbitraggio penalizzante per le sue giocate non è riuscito ad incidere come avrebbe voluto sulla gara. Un plauso comunque a tutta la squadra che si riprende ora il 4°posto, dopo lo scivolone inatteso contro Soverato. Devo oltremodo sottolineare l’atteggiamento positivo tenuto da tutti i miei ex giocatori che ci hanno fatto vivere una giornata di sport ed a me in particolare far rivivere sensazioni positive ed indimenticabili vissute lo scorso anno a Rosarno. Merito come al solito del Presidente Rizzo che è riuscito comunque a tenersi stretta questa categoria con tanti sacrifici e puntando su un gruppo collaudato. A lui e a tutta la società va un grosso in bocca al lupo x il futuro”. (Gabriella Ruffolo)

BASKET ROSARNO-ISOCASA COSENZA 78-88
(21-22; 44-44; 62-67)
BASKET ROSARNO: Crucitti 16, Rougou 6, Brugalossi 4, Iaria 34, Rizzieri 8, De Paola 6, Commisso 4; Lopresti, Pronesti n.e. Allenatore: Surace.
ISOCASA COSENZA: Pate 25, Giannotta 2, Ginefra 14, Toselli 12, Bosco 12, Dragojevic 2, Delli Carri 21, Carbone n.e, Coscarella n.e., Spadafora n.e. Allenatore Carbone
ARBITRI: Desposati (Casamassima, BA) e Lillo (Brindisi)
NOTE: Usciti per 5 falli Rizzieri e Lopresti (Rosarno).

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it