Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, arriva il deferimento alla Commissione Disciplinare

Cosenza, arriva il deferimento alla Commissione Disciplinare

Sono due i paragrafi non rispettati dalla società rossoblù il 14 febbraio per la violazione dell’art. 85 lettera C delle N.O.I.F. Oltre al club la segnalazione è partita anche verso Paolo Fabiano Pagliuso e per Renzo Castagnini.

nuovo_pallone_legapro

A breve il Cosenza subirà una nuova penalizzazione in classifica

Ed ecco che puntuale arrivò il deferimento per il Cosenza. La segnalazione è stata inviata alla Commissione Disciplinare dalla Covisoc che al 14 febbraio scorso ha rilevato le irregolarità nei pagamenti agli stipendi. In particolare, sono due i paragrafi contestati al club, al presidente dell’epoca Paolo Fabiano Pagliuso e al rappresentante legale Renzo Castagnini. I punti di penalizzazione saranno comminati da qui a una decina di giorni e dovrebbero essere due (uno per ogni irregolarità), mentre da Viale Magna Grecia fanno sapere che restano ottimisti sulla recidiva anche se nelle determinazioni si fa chiaro riferimento al passato trimestre (luglio-agosto-settembre) sia per gli stipendi che per i contributi. Oltre ai Lupi, è stato deferito anche il Foligno che è coinvolto nella lotta per non retrocedere. Questo il testo integrale del comunicato della Figc. “La Federazione Italiana Giuoco Calcio comunica che il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale:

per la violazione dell’art. 85 lettera C paragrafo IV delle N.O.I.F. in relazione all’art. 10, comma 3, del C.G.S., e all’art. 90, comma 2, delle N.O.I.F.:
• Il Sig. Paolo PAGLIUSO FABIANO, legale rappresentante della Società COSENZA
CALCIO 1914 S.R.L.;
• Il Sig. Renzo CASTAGNINI, legale rappresentante della Società COSENZA
CALCIO 1914 S.R.L.;
per non aver provveduto al pagamento di parte degli emolumenti relativi al II trimestre, dovuti ai propri tesserati per le mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2010, nei termini stabiliti dalla normativa federale e per non aver ancora provveduto, alla seconda scadenza, al pagamento di parte degli emolumenti relativi al I trimestre, dovuti ai propri tesserati per le mensilità di luglio, agosto e settembre 2010;

per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.:
• la Società COSENZA CALCIO 1914 S.R.L.; a titolo di responsabilità diretta per le violazioni disciplinari ascritte ai propri legali rappresentanti.

per la violazione dell’art. 85 lettera C paragrafo V delle N.O.I.F. in relazione all’art. 10, comma 3, del C.G.S., e all’art. 90, comma 2, delle N.O.I.F.:
• Il Sig. Paolo PAGLIUSO FABIANO, legale rappresentante della Società COSENZA CALCIO 1914 S.r.l.;
• Il Sig. Renzo CASTAGNINI, legale rappresentante della Società COSENZA
CALCIO 1914 S.r.l.;
per non aver provveduto al versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti riguardanti il II trimestre, dovuti ai propri tesserati per le mensilità di ottobre, novembre e dicembre 2010, nei termini stabiliti dalla normativa federale e per non aver ancora provveduto, alla seconda scadenza, al versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals relativi agli emolumenti riguardanti il I trimestre, dovuti ai propri tesserati per le mensilità di luglio, agosto e settembre 2010;

per la violazione dell’art. 4, comma 1, del C.G.S.:
• la Società COSENZA CALCIO 1914 S.r.l.; a titolo di responsabilità diretta per le violazioni disciplinari ascritte ai propri legali rappresentanti.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it