Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: Maglione non basta al Cosenza. Che debacle col Sorrento!

Berretti: Maglione non basta al Cosenza. Che debacle col Sorrento!

I rossoneri vincono 4-1 in un match a senso unico. Padroni di casa illusi dalla zuccata del golden-boy, poi arriva il tracollo. Svanisce definitivamente il sogno di centrare i playoff.

de_rose_o._berretti

Il promettende esterno della Berretti Orlando De Rose (foto rosito)

Scivolone interno pesante quello subito dal Cosenza. Contro il Sorrento, la squadra di Germano, che ha potuto contare anche sull’apporto di Scarnato e Sommario è caduta sotto i colpi dei campani, chiudendo la gara con il passivo di quattro reti ad una. Peccato, perché i lupacchiotti erano partiti con il piede giusto. Il 3-4-3 messo in campo dal mister rossoblù ha dato subito i suoi frutti. Al 18′ infatti Gerace prende palla sulla destra, supera due avversari e mette in mezzo un preciso traversone sul quale si fionda di testa Maglione per l’uno a zero. Al 27′ però i campani reagiscono e creano la prima occasione pericolosa della gara. Schena, un talento che si fa vedere molto nel reparto offensivo ospite, fa da sponda per Mascolo che calcia mandando la sfera di poco alta. Sono solo le prove del gol per la compagine di Bevilacqua che tre minuti dopo riequilibra la gara. La rete nasce da una azione confusa sulla destra con la sfera che arriva sui piedi di Pietrovito ben appostato in area di rigore. Il numero dieci ospite dribbla un difensore e deposita la sfera alle spalle di Perri che resta immobile. Accusa il colpo il Cosenza che tre minuti dopo, al 33′ subisce anche la rete del raddoppio avversario. I rossoblù infatti perdono palla a centrocampo e Schena, il migliore in campo, chiude il triangolo con il portiere avversario e calcia in porta da venticinque metri. La sua conclusione velenosa scavalca Perri che tocca la sfera deviandola sulla traversa e sulla ribattuta si porta la palla in rete. E’ un gol contestato dai silani ma il pallone pare aver superato la linea e il portiere del Cosenza non sembra esente da colpe. L’uno-due sveglia però l’orgoglio della compagine di Germano. Al 35′ il solito Maglione fa fuori tre avversari sulla corsia sinistra, si accentra e ricama un passaggio filtrante per Gerace che solo davanti al portiere ospite ma da posizione leggermente defilata sulla destra calcia fuori. E’ l’ultima occasione della prima frazione. Al rientro dagli spogliatoi il Cosenza però torna in campo con un uomo in meno. Naccarato viene espulso dal direttore di gara che pare aver sentito qualche parola di troppo. E’ un peccato perché una gara combattuta e giocata a buoni ritmi nei primi quarantacinque minuti, perde d’intensità nella ripresa. La prima occasione è per i silani con Franzese che trova l’intervento miracoloso di Praticò, portiere classe novanta dal gran fisico, già nel giro della prima squadra. Al 74′ però il Sorrento va ancora in rete ma l’arbitro annulla. Ferraro calcia una punizione dalla sinistra, Perri non trattiene e Buonocore gonfia la rete. Il direttore di gara convalida la marcatura ma l’assistente vede un fallo e il signor Gatto rivede la sua decisione. E’ solo un episodio perché il tre a uno arriva un minuto dopo ad opera di Ferraro che raccoglie un assist di Pietrovito e insacca. E al 93′ arriva anche il poker. Briglia sfonda sulla corsia sinistra e serve ancora Pietrovito che timbra il cartellino con un preciso rasoterra e chiude la gara. Il triplice fischio sancisce la sconfitta di un Cosenza che non ha più speranze di centrare i playoff. Era uno scontro diretto e gli ospiti hanno chiuso bene i varchi in difesa e colpito con cinismo in avanti. Ora i lupi dovranno provare a vincerle tutte per onorare il torneo e mettere in evidenza le proprie individualità. (Francesco Palermo)

COSENZA: Perri, Altomare (32′ De Rose O.), Maglione, Piromallo, Scarnato, Terranova, Maestri, Naccarato, Gerace, Sommario, Franzese. A disp: Muto, De Rose F., Santoro, Angelico, Crispino, Grisolia. All: Germano
SORRENTO: Pratico’, Damiano, Briglia, Buonocore (72′ Di Gianbattista), Canciello, Candore, Natale, Ferrari, Schena (57′ Ferraro), Pietrovito, Mascolo (69′ Maresca). A disp: Alfieri, Chierchio, Iaccarino, Schettino. All: Bevilacqua.
ARBITRO: Gatto di Lamezia
MARCATORI: 18′ Maglione (C), 30′ Pietrovito, 33′ Schena, 75′ Ferraro, 93′ Pietrovito.
NOTE: Giornata soleggiata e clima mite. Spettatori 200 circa. Amm: Scarnato, Pietrovito, Gerace. Esp: Naccarato. Angoli: 4-1 Rec: 1’pt, 3’st.

Related posts