Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cade la Tubisider. Derby al Crotone

Cade la Tubisider. Derby al Crotone

Il settebello pitagorico raggiunge il quintetto di coach Manna in vetta alla classifica. “Non posso rimproverare niente ai miei ragazzi perché le condizioni ambientali erano difficili”.

tubisider-tritonepz

Un’azione della Tubisider nel match contro il Tritone Potenza

Dopo cinque vittorie consecutive la capolista Tubisider Cosenza è incappata nella prima sconfitta stagionale. Il derby di Crotone ha arriso ai padroni di casa della Rari Nantes Auditore che si sono imposti per 13-9 al termine di una partita equilibrata dall’inizio alla fine. Un successo che ha consentito alla formazione pitagorica di raggiungere il “settebello” cosentino in vetta alla classifica, del settimo girone di serie C. Al di là dei meriti dei padroni di casa, c’è da dire che gli spazi angusti di una piscina derogata e la presenza, sembrerebbe non autorizzata degli spettatori in manifestazioni agonistiche organizzate dalla FIN Calabria, hanno certamente contribuito a creare una situazione ambientale particolare, che ha influito sulla prestazione di alcuni giovani della formazione ospite. Certo ci sarebbe da chiedersi come si possa giocare in certe situazioni e di chi le eventualità responsabilità in materia di sicurezza! L’equilibrio è stato spezzato nell’ultimo parziale quando la R.N. Auditore Crotone ha aumentato il vantaggio ma senza non poche difficoltà, perche la Tubisider Cosenza non si è mai data per vinta. “Non posso rimproverare nulla ai miei ragazzi – ha commentato il tecnico Francesco Manna – per l’impegno profuso durante l’arco dell’incontro. Giocare in certe condizioni ambientali non è facile e la squadra ne ha risentito, ma abbiamo lottato per tutto l’incontro e questo è un buon segnale, nonostante la battuta d’arresto, per il futuro”.

Related posts