Tutte 728×90
Tutte 728×90

Scongiurato il -4. Chiacchio: “Domani la sentenza, noi abbiamo fatto il possibile”

La Procura ha chiesto tre punti di penalizzazione per il Cosenza. La difesa, affidata all’avvocato Chiacchio, ha lavorato per ottenere uno sconto. L’amministratore Funari presente in aula.

chiacchio_sito

L’avvocato Chiacchio nella sala stampa “Bergamini” del San Vito

Giornata lunghissima per i sostenitori rossoblù. Dopo il deferimento e la relazione della Covisoc, doveva essere il giorno della penalizzazione. La sentenza, però, è slittata a domani mattina ma gli addetti ai lavori sembrano essere abbastanza fiduciosi. Il rischio per il club silano, era quello di subire addirittura una batosta da meno quattro punti in classifica, ma questa possibilità è stata scartata. Al Cosenza sono state contestate il mancato pagamento degli stipendi relativi ad ottobre, novembre e dicembre 2010, la mancata retribuzione nei mesi di luglio e agosto dello stesso anno oltre al mancato versamento dei contributi Enpals e delle ritenute Irpef. Il tutto per un totale di altri due punti da scalare in classifica, più la recidiva che potrebbe portare il totale a tre, ma non quattro lunghezze. Dopo la seduta pomeridiana, però, l’avvocato Chiacchio, al quale è stata affidata la difesa del sodalizio silano si è detto fiducioso. “Abbiamo lavorato senza sosta per evitare una vera e propria batosta. La Procura ha chiesto tre punti di penalizzazione mentre noi vorremmo evitare la recidiva”. La linea difensiva è inequivocabile. Dopo la penalizzazione subita per il pregresso, non è possibile ripetersi con altri punti per le stesse inadempienze. Dopo la chiusura dei lavori ed il rinvio a domani, l’avvocato si è detto fiducioso. “Abbiamo fatto tutto ciò che era nelle nostre possibilità. Attendiamo l’esito di domani con fiducia”. La sentenza è slittata per l’alto numero di procedimenti in corso. Comunicato solo il -15 del Pomezia (in Seconda Divisione) che di fatto condanna il Catanzaro alla retrocessione. In aula era presente anche l’amministratore unico del club Eugenio Funari che prima dell’udienza ha incontrato la Covisoc. (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it