Tutte 728×90
Tutte 728×90

Calopresti con la maglia del Cosenza. E Lentini parla in dialetto rossoblù

Calopresti con la maglia del Cosenza. E Lentini parla in dialetto rossoblù

Il regista mattatore della prima serata de “La Primavera del Cinema”. Sale sul palco del Citrigno con la maglia numero 10 e rivela. “Nel nuovo film cameo per l’ex capitano dei Lupi”.

calopresti_maglia_cosenza

Il regista Mimmo Calopresti omaggiato con la maglia del Cosenza Calcio 1914

E’ iniziata La Primavera del Cinema Italiano ed è iniziata nel segno di Mimmo Calopresti. Il regista di Polistena, autore di importanti produzioni impegnate che gli sono valse una serie di prestigiosi riconoscimenti, è salito sul palco del cinema Citrigno per il secondo anno consecutivo. Come per la scorsa edizione, anche giovedì ha ricevuto un omaggio particolare, un gadget di quelli che si conservano gelosamente. La maglia numero dieci del Cosenza, del resto, fa gola a tanti anche quando i Lupi sono costretti a tirare fuori gli artigli per difendersi da chi ne vorrebbe l’estinzione. Nel presentare il suo prossimo film, Calopresti ha svelato alcuni piccoli particolari. Innanzitutto che potrebbe essere ambientato in Calabria anziché in Sicilia e che non è affatto da escludere l’esordio da attore per uno degli idoli indiscussi della tifoseria rossoblù. “Ho sentito Gigi Lentini questa mattina per salutarci – ha spiegato il regista – Gli ho chiesto la disponibilità per un cameo e mi è sembrato abbastanza interessato. In dialetto cosentino mi ha risposto che ci vedremo a Torino…”. L’ex capitano, anche lui con la maglia numero dieci sulle spalle nella parte finale della sua avventura in riva al Crati, è ancora molto legato al branco di Lupi che vive in città. Indossare la fascia di capitano da queste parti evidentemente segna a tal punto l’esistenza di un calciatore che talvolta fa sì che ne assuma pure la tipica cadenza ritmata… (cosenzachannel.it)

Related posts