Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza da impazzire. A Lanciano è 2-0

Cosenza da impazzire. A Lanciano è 2-0

Prestazione superlativa di tutta la squadra che concretizza una superiorità schiacciante nella ripresa con le reti di Stefano Fiore e di Biancolino. Annullata subito la penalizzazione.

azione_lanciano-cosenza

Il Cosenza in azione a Lanciano. Il 2-0 è un grande risultato

Cosenza da impazzire, sì. I rossoblù nonostante una settimana trascorsa tra mille problemi riescono a trovare ugualmente le motivazioni giuste per giocare da Lupi. Ancora una prestazione da otto in pagella di Fiore e un redivivo Biancolino hanno permesso ai rossoblù di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della classifica dopo la penalizzazione . Giù il cappello dinanzi a Gigi De Rosa, inoltre, che da quando è arrivato non ha fornito nessun assist per muovergli una critica che sia una. A Lanciano Cosenza tatticamente perfetto con pochissimi rischi corsi, di contro un attacco pungente e pericoloso. Il bottino, a conti fatti, poteva risultare molto più largo. CRONACA. Il coach barese risolve i dubbi di formazione schierando Fernandez dal primo minuto e non rischiando Thackray, ancora non al meglio. Nella difesa a quattro arretra Matteini a fare il terzino ed Ungaro è dirottato a sinistra. In mezzo Degano ala e Roselli a destra a tamponare. Fiore un po’ dietro Biancolino. La prima occasione però è del Lanciano che con Titone, il migliore dei suoi, non sfrutta una buona palla filtrante. Due minuti dopo ci prova Di Gennaro. Il suo tiro è preciso ma Marino si distende e fa sua la sfera. Il Cosenza però non sta a guardare ed un minuto dopo risponde Fiore con un tocco d’interno che non fa male a Chiodini. Al 26′ Zeytulaev da ottima posizione batte a rete. Lo spilungone rossoblù con la maglia numero uno sulle spalle è bravissimo nella deviazione. Risponde il Cosenza con Aquilanti al 35′ ma il suo tiro fa la barba al palo. Al 40′ invece i padroni di casa vanno ad un passo dal vantaggio. Titone dribbla un uomo ed entra in area. Il suo tiro è preciso e violento ma Marino è strepitoso nell’intervento. Il Cosenza reagisce e va ad un soffio dal vantaggio. Fiore fa trenta metri e taglia il campo con un gran passaggio per Roselli. Il centrocampista supera il portiere e calcia ma centra in pieno la traversa. Nella ripresa tornano in campo solo gli ospiti. Gigi De Rosa risponde a Camplone che sostituisce due pedine nell’intervallo ed inserisce Essabr al posto di Degano. Al 53′ sulla prima azione pericolosa della seconda frazione, il Cosenza passa. I rossoblù si spingono in avanti. La palla da Biancolino passa ad Essabr e termina sui piedi di Stefano Fiore che insacca. E’ un gol pesantissimo per i lupi che ora devono gestire un vantaggio pesante. Spingono ancora i lupi e al 55′ sfiorano anche il raddoppio. La palla, calciata da Essabr, stava per entrare ma l’intervento provvidenziale di un calciatore del Lanciano evita il peggio. Al 61′ ancora Fiore per Essabr che aggancia la sfera sulla destra entra in area ma viene fermato da Chiodini che con un grante intervento sventa la minaccia. Al 64′ la palla termina sui piedi di Biancolino e il pitone senza pensarci su calcia con violenza in porta e sfiora il palo alla destra di Chiodini. Il raddoppio però è nell’aria e sugli sviluppi di un’azione di contropiede Stefano Fiore sceglie di fare tutto da solo e di presentarsi davanti a Chiodini. Il fuoriclasse però si vede anche nell’altruismo ed invece di battere agevolmente il portiere, serve Biancolino. Per il pitone è un gioco da ragazzi gonfiare la rete. Il finale è ancora un monologo dei Lupi che sprecano nuovamente con Essabr e Roselli. Al 91′ esordio per Sommario. Entra al posto del dieci, per il quale l’intero stadio si alza in piedi a battere le mani. Cosenza fuori dai playoff, con gli artigli di chi non ne vuole sapere di morire. (cosenzachannel.it)

LANCIANO (3-4-3): Chiodini; Antonioli, Romito, Amenta; Tamasi, Di Cecco, D’Aversa, Volpe (68′ Colussi); Zeytulaev (46′ Artistico), Di Gennaro, Titone. A disp.: Aridità, Mammarella, Ferraro, Artistico, Improta, Vastola, Colussi. All.: Camplone.
COSENZA (4-4-1-1): Marino; Matteini, Cotroneo, Fernandez, Ungaro; Roselli, Evola, Aqulanti, Degano (51′ Essabr); Fiore (91′ Sommario); Biancolino (86′ Musca). A disp: De Luca, Thackray, Scarnato, Viscardi, Essabr
ARBITRO: Romani di Modena
MARCATORI: 53′ Fiore S., 70′ Biancolino
NOTE: Spettatori circa 1500 con una ventina di tifosi rossoblù. Espulsi: – Ammoniti: – Corner: 3-2 Recupero: 1’pt

Related posts