Tutte 728×90
Tutte 728×90

I pugili della Boxe Popolare in evidenza

Nel primo Campus Pugilistico Dilettantistico Interregionale tenutosi a Castrovillari i pugili cosentini conseguono due vittorie ed un pari.

Sassano_vs_Salerno2

Una fase dell’incontro tra Sassano-Salerno

Quello appena trascorso è stato un fine settimana colmo di impegni per gli atleti dell’ASD Boxe Popolare Cosenza. Dopo la pausa invernale i pugili rossoblù sono tornati ad incrociare nuovamente i guantoni nel corso del primo campus pugilistico interregionale. La manifestazione, tenutasi al PalaITIS di Castrovillari nelle giornate di sabato e domenica, è stata ottimamente organizzata dall’Avolio Boxe Ferrari. Nel corso della due giorni pugilistica si sono sfidati numerosi atleti provenienti da Puglia, Basilicata e Calabria. Nella serata di sabato il medio cosentino, Francesco Siciliano (4+, 2-), ha dovuto vedersela con lo scomodo tarantino Marilli (4+, 2=, 3-), pugile pugliese tesserato per la Quero Chilioro, società storica del pugilato italiano con oltre quarant’anni di attività alle spalle. Fin dalla prima ripresa Siciliano guadagna il centro del ring. Il cosentino tiene a distanza l’avversario, usando il jab per avvicinarsi repentinamente ed imbastire le azioni offensive. Marilli rintuzza provando a rispondere, ma il pugliese non sembra efficace e la guardia dell’atleta cosentino è magistrale: i colpi del pugliese non vanno quasi mai a segno. Il motivo conduttore si sviluppa per le prime due riprese, che il cosentino porta a casa in scioltezza, anche se il divario tra i due non appare poi così evidente. L’equilibrio tra i due atleti si spezza nella terza ripresa. Siciliano appare molto più determinato delle precedenti riprese ed i suoi attacchi diventano sempre più frequenti. Quando il cosentino accelera Marilli fatica contenerlo, finendo sistematicamente sulle corde. L’epilogo del match nella seconda metà della terza ripresa: jab sinistro, montante destro e gancio sinistro, Marilli finisce chiuso all’angolo investito da un violento attacco, che culmina con un gancio sinistro, l’ennesimo, che piega le ginocchia al pugliese. Marilli accusa il colpo e l’arbitro Alfano non può fare altro che iniziare il conteggio. Per il cosentino meritatissima vittoria numero cinque in cassaforte, dato che negli ultimi secondi non succede quasi più niente. Sabato di gala anche per l’esordiente superwelter Vincenzo Lavia. Il pugile dell’ASD Boxe Popolare era opposto allo youth castrovillarese, Giuseppe Lucarelli. Il match si svolge da subito su ritmi molto elevati, con Lavia che riesce a mettere a segno in più circostanze il jab sinistro ed il gancio destro. Lucarelli incassa, non imbastisce reazioni di degne di rilievo e chiude la prima ripresa in svantaggio. Nella seconda ripresa Lavia sembra essere meno lucido, Lucarelli prende coraggio e prova ad attaccare. Entrambi i pugili rischiano molto, la difesa appare quasi inesistente e tantissimi colpi vanno a segno. Emozioni tante ma anche sostanziale equilibrio. Nell’ultima ripresa Lucarelli appare maggiormente intraprendente e Lavia, accusa oltremodo la fatica. Lavia prova a reagire, ma l’ago della bilancia pende decisamente a favore del castrovillarese. L’ultima emozione nei secondi finali. Lucarelli va a segno con un destro, l’arbitro conta Lavia, che tuttavia si riprende. I due contendenti di fatto non riprendono neanche a boxare. Il suono della campana decreta la fine delle ostilità. Il match d’esordio di Vincenzo Lavia si conclude con giusto risultato di parità.Boxe Popolare impegnata anche domenica mattina. Sul ring di Castrovillari sale Jacopo Sassano (1-), opposto al castrovillarese Giuseppe Salerno (2+, 3=, 3-). Nella prima ripresa il pugile di casa è maggiormente proteso all’attacco. Salerno cerca di attaccare alla figura Sassano, ma tuttavia fatica a concludere le azioni apparendo oltremodo spigoloso in alcune circostanze. Sassano pur soffrendo la veemenza non subisce granchè. Il match regala la prima vera emozione sul finire della prima ripresa, Salerno affonda con un violento diretto destro che va a segno, Sassano sembra accusare il colpo, il castrovillarese doppia con un gancio sinistro al volto. Il seguito dell’azione porta il cosentino in canottiera blu all’angolo. Il cosentino riesce a legare ed il suono del gong manda la prima ripresa in archivio. Il minuto di riposo rigenera Sassano, che alla ripresa delle ostilità appare più pimpante dell’avversario, guadagnando il centro del ring e cercando costantemente lo scambio con l’avversario, che sembra accusare un calo di tenuta atletica. Gli equilibri del match si sono rotti: è Sassano che predilige l’uso del jab, mettendo anche spesso a segno i colpi corti. Per il castrovillarese la benzina sembra essere finita e l’ultima ripresa vede il predominio del cosentino. Sassano prova costantemente ad attaccare l’avversario, che sembra in difficoltà. La supremazia del cosentino si palesa a pochi secondi del match con il conteggio di Salerno, che subisce la veemenza di un gancio. Salerno sembra ormai stremato e si rende necessario anche l’intervento del medico della riunione. Il gong questa volta sorride al pugile di casa, mettendo fine alle ostilità. Sassano vince ai punti meritatamente concludendo nel migliore dei modi la due giorni rossoblù ai piedi del Pollino.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it