Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Rosa non dà indicazioni: “Ho da riflettere”

L’allenatore del Cosenza evita di snocciolare la formazione, ma spiega il perché non ha ancora le idee chiare. “Non mi fido affatto dell’Andria. Verrà al San Vito per conquistare punti“.

De_Rosa_col_Gela_indica

De Rosa non dà la formazione. Il tecnico ha ancora dei dubbi (foto rosito)

Gigi De Rosa non ha ancora sciolto i dubbi che lo attanagliano. “In gioco c’è l’equilibrio della squadra e vorrei riflettere a fondo su come poter fare per mantenerlo. Nelle due ultime uscite l’atteggiamento è stato quello giusto e sono arrivate altrettante vittorie”. Il Cosenza è chiamato ad un altra sfida da vincere a tutti i costi contro l’Andria, diretta concorrente che da un po’ di giornate sta faticando più del dovuto. “Io non mi fido affatto delle formazioni che si accompagnano a voci di una condizione precaria e di mille problemi. E’ proprio in match del genere che si corrono i rischi maggiori. I pugliesi si sono rafforzati nel mercato di gennaio e sebbene il Giudice Sportivo li ha privati di tre pedine importanti, hanno comunque tanta qualità da mettere in campo. Guai ad adagiarsi pertanto visto che i biancoblù verranno al San Vito per conquistare punti pesanti”. Nel corso della settimana De Rosa ha provato diverse soluzioni, ma l’undici titolare non l’ha comunicato nemmeno ai suoi ragazzi. “La difesa a quattro con la coppia Fernandez-Cotroneo sta andando bene, non vedo perché dovrei inventarmi qualcosa di nuovo. Ciò non significa che chi resterà fuori merita la panchina, ma come detto ci sono degli equilibri da tenere in considerazione. Essabr ad esempio è una pedina fondamentale, ma è l’unico che a gara in corso può cambiare volto alla partita. La squadra non ha mai avuto una vera identità tattica perché è da inizio campionato che cambia continuamente modulo e pelle, ma al contempo ha acquistato una grande duttilità. Mi sento di esprimere gratitudine verso tutto lo spogliatoio: i calciatori si stanno comportando da professionisti e ogni domenica lottano strenuamente per la maglia che indossano”. Uno sguardo, infine, pure alla classifica. “La quota salvezza potrebbe alzarsi, ma conquistare punti è difficile per chiunque. Il girone B presenta una graduatoria spezzata a metà fra playoff e playout. Ad oggi non ci sono compagine che possano elargire regali”.  (cosenzachannel.it)

Andujar
Mantovani

Santon
Ziegler
Hamsik
Hernanes
Palacio
Giaccherini
Vucinic
Gilardino
Amauri
Viviano
Dias
Ariaudo
Ramirez
Nainggolan
Paloschi
Macheda

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it