Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutta battuta d’arresto per il Cosenza. L’Andria espugna il San Vito. (0-1)

Brutta battuta d’arresto per il Cosenza. L’Andria espugna il San Vito. (0-1)

E’ un k.o. pesante quello subito da irossoblù che cedono ai pugliesi l’intera posta il palio. Dell’ex Coletti la rete che regala i tre punti alla compagine di Degli Schiavi.

essabr_con_landria

Inutile l’ingresso di Essabr nel secondo tempo. Il Cosenza perde 1-0  (foto rosito)

Nulla da fare per il Cosenza che contro l’Andria ha subito una brutta battuta d’arresto. L’Andria non ha quasi mai tirato verso la porta difesa da Marino ed ha badato a non prenderle contro un Cosenza ch ha tenuto in mano il pallino del gioco senza riuscire a concretizzare. Nel secondo tempo è arrivato il gol dell’ex Coletti su penalty concesso per un fallo di mano di Cotroneo. Il forcing finale non ha prodotto gli esiti sperati e proprio allo scadere Essabr ha fallito una clamorosa occasione. Ora diventa dura per i rossoblù perchè le compagini di bassa classifica sono riuscite a trovare risultati positivi. La cronaca: Fischio d’inizio al San Vito. Cosenza subito in avanti. Qualche fischio per gli ex Coletti e Di Bari. Prima conclusione per i padroni di casa al 4′ con Evola che prende palla dal limite e calcia in porta, trovando però la deviazione in corner di un difensore avversario. Sull’angolo seguente, traiettoria disegnata da Fiore per la testa di Fernandez che sceglie bene il tempo ma spedisce la sfera di poco alta. Primi qundici minuti in archivio. Il Cosenza mantiente il pallino del gioco ma non riesce a trovare varchi tra le maglie strette della difesa pugliese che non ha mai creato pericoli dalle parti di Pietro Marino. Provano a spingere i rossoblù ma la manovra è lenta e prevedibile e Biancolino non ha ancora ricevuto palloni giocabili. Al 26′ però il pitone riceve palla, reriste alla carica di un avversario ma perde il tempo della battuta da buona posizione. Sugli sviluppi dell’azione i lupi guadagnano un calcio di punizione da posizione centrale ma Stefano Fiore conclude abbondantemente sopra il montante alto della porta difesa da Spadavecchia. Sale la spinta della compagine di De Rosa. Al 31′ Matteini trova il fondo e crossa per Biancolino che manca per un soffio l’impatto ocn la sfera. Sull’azione seguente colpo di tacco illuminante di Fiore per Roselli che cerca nuovamente il pitone. Biancolino però non capisce le intenzioni del compagno e non riesce a buttarla dentro. Solo Cosenza in questo finale. Al 33′ ancora Matteini riesce a sfondare su un’ottima intuizione di Evola. Il laterale fa tutto bene ma sbaglia un suggetrimento semplice per i compagni ben appostati in area di rigore. Al 44′ ancora lupi vicini al vantaggio. Corner preciso di Fiore per Fernandez che ha tutto il tempo per indirizzare in rete la sfera ma colpisce debolmente e la manda fuori. E’ l’ultima occasione del primo tempo che si chiude dopo un minuto di recupero. Partita appena ripresa e dopo venti secondi ci prova Biancolino dalla lunga distanza ma la sua conclusione è debole. Nessun cambio intanto fra le due formazioni ma De Rosa pensa ad Essabr che si sta riscaldando. Al 51′ la zanzara rossoblù entra in campo al posto di Aquilanti. Il tecnico silano prova a dar più spinta alla manovra rossoblù. Al 59′ però gli ospiti passano in vantaggio. Cotroneo tocca con il braccio la mano su un cross dell’Andria e l’arbitro concede il penalty. Dal dischetto si presenta Coletti, uno degli ex della gara e spiazza Marino. Dentro anche Degano per il Cosenza. Gli lascia il posto Ungaro per un Cosenza che prova a riversarsi in avanti alla ricerca del punto del pari. All’80’ cross di Essabr e fallo di mano di un difensore ospite. I rossoblù reclamano un rigore ma l’arbitro ferma il gioco perchè ha visto un fuorigioco. I rossoblù protestano e a farne le spese è Stefano Fiore che prende il giallo. All’88’ Cosenza vicinissimo al pareggio. Cross di Essabr, sponda di Biancolino e conclusione di Evola che termina di poco fuori. Scaduti i novanti minuti regolamentari. Saranno cinque i minuti di recupero. Fasi concitate del match. Il Cosenza batte un corner, sale in area anche Marino ma la palla la recupera l’Andria che sfiora il gol. E’ miracoloso il recupero di Matteini che fa ripartire l’azione e sul capovolgimento di fronte Essabr di testa a due passi dalla porta spedisce la sfera fuori. Occasione incredibile sprecata dall’attaccante rossoblù. Gara terminata, l’Andria passa al San Vito.

Il tabellino:
COSENZA (4-4-4-1): Marino; Ungaro (66′ Degano), Cotroneo, Fernandez, Giacomini; Matteini, Evola, Aquilanti (51′ Essabr), Roselli; S. Fiore; Biancolino. A disp.: De Luca, Musca, Thackray, Sommario, Degano, Essabr, Viscardi. All. De Rosa
ANDRIA (4-3-3): Spadavecchia; Pierotti, Fazio, Ceppitelli, Di Bari; Evangelisti (71’Gaveglia), Coletti, Paolucci; Statella (66′ Doumbia), Anaclerio (85′ Carretta), Minesso. A disp.: Palazzi, Nicolao, Gaveglia, Carretta, Berretti, Doumbia, Sangare. All.: Degli Schiavi.
ARBITRO: Coccia di San Benedetto del Tronto
MARCATORI: 59′ Coletti (rig.)
NOTE: Spettatori presenti 2000 circa. Terreno in ottime condizioni. Angoli: 8-6. Amm: Evola, Fiore. Esp:– Rec: 1’pt, 5’st.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it