Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Rosa: “Ora è dura ma dobbiamo crederci”

De Rosa: “Ora è dura ma dobbiamo crederci”

“Sbagliato l’approccio alla gara. Al Cosenza nessuno farà sconti per cui diventa importante correggere gli errori commessi e cambiare volto contro il Siracusa”.

Gigi_De_Rosa_andria

Gigi De Rosa, per lui domenica il primo ko casalingo (foto rosito)

“Sarà una settimana dura”. Questo il primo commento di Gigi De Rosa all’ingresso in sala stampa. Il tecnico dei lupi sa bene che dopo la mazzata subita in casa contro l’Andria, il cammino verso la salvezza diventa maledettamente complicato. Impossibile fasciarsi la testa, doveroso correre ai ripari e cambiare volto ad una squadra che dopo la vittoria ottenuta a Lanciano ha fatto un passo indietro domenica al San Vito. De Rosa analizza la gara. “Abbiamo sbagliato l’approccio, scendendo in campo senza quella grinta che in match così significativi diventa fondamentale. Ai ragazzi rimprovero l’atteggiamento avuto sul terreno di gioco. Mi aspettavo una prestazione diversa dai miei perché quando incontri una compagine in difficoltà devi approfittarne ed essere spietato. Non c’era la voglia giusta, la determinazione che serve contro una diretta concorrente alla salvezza e ora dobbiamo lavorare per ripartire già contro il Siracusa. C’è rammarico inoltre perché è andato tutto male. Non hanno mai calciato in porta, noi abbiamo fallito tante occasioni e anche il loro calcio di rigore lo abbiamo praticamente creato noi”. Ora si pensa al Siracusa. Il tecnico ha tanto da lavorare, sulle gambe e sulla testa dei giocatori. “Bisogna partire dal presupposto che nessuno ci regalerà nulla. Questo significa che bisogna andare li e giocare a viso aperto provando in tutti i modi a cercare i tre punti. Dopo la sconfitta subita la situazione è diventata molto difficile perché abbiamo vanificato il successo ottenuto con il Lanciano. Questo ci obbliga a fare bene in casa e a cercare anche un colpaccio esterno altrimenti non si va da nessuna parte. Dobbiamo crederci e lavorare per far si che questo avvenga”. In chiusura un pensiero sul gruppo. “Una battuta d’arresto può capitare e purtroppo per noi è arrivata nel momento peggiore. I ragazzi però da tempo, in una situazione che non ha più bisogno di commenti, stanno facendo davvero tanto. Hanno accettato questa situazione dimostrando la loro professionalità e questo gli va indubbiamente riconosciuto. Ora sudiamo, lavoriamo e diamo il massimo per salvarci sul campo”. (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it