Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Rosa suona la carica: “Il Cosenza ha voglia di rivincita”

De Rosa suona la carica: “Il Cosenza ha voglia di rivincita”

Il tecnico dei Lupi vuole dai suoi uomini una prestazione gagliarda, “come se avessimo il coltello fra i denti”. Poi parla di come ha preparato tatticamente la gara di Siracusa.

derosa_in_panchina

Gigi De Rosa vuole conquistare la vittoria a Siracusa. (foto mannarino)

“Questa per noi è una partita decisiva. Giocheremo novanta minuti con il coltello fra i denti, ribattendo colpo su colpo senza pensare a niente” spiega Gigi De Rosa poco prima della partenza. L’allenamento di rifinitura ha mostrato buoni ritmi ed anche una concentrazione sufficiente per gare del genere. “Le motivazioni? Se non escono fuori adesso è dura. Io non credo che il ko di sette giorni fa sia dovuto a questo, ma solo che a volte una persona riesce a sfruttarle meglio o peggio a secondo delle situazioni”. La sconfitta con l’Andria però è stata mal digerita da tutto l’ambiente. Superando i pugliesi, infatti, la salvezza sarebbe stata cosa pressoché fatta. “Ho detto ai calciatori che serviva di più dal punto di vista individuale. Era come una finale, non potevamo sbagliare. L’impegno c’è stato, per carità, ma serviva qualcos’altro. Per la partita di domani è vivo un sentimento di rivincita che sono certo riusciremo a mettere sul campo. Il mio compito è sempre quello di impermeabilizzare lo spogliatoio dai problemi societari, ma dei piccoli spifferi non posso non farli entrare. In settimana se ne è parlato”. Contro il Siracusa si tornerà al 3-5-2 dove Degano ed Essabr rappresenteranno i terminali offensivi. “”Non abbiamo una punta di ruolo, un attaccante vertice per intenderci, ma sfruttando gli inserimenti degli esterni eviteremo di concedere punti di riferimento agli aretusei”. Tre i giovani della Berretti convocati. “Gerace è un centravanti con maggiori doti fisiche di Viscardi che è una punta di movimento. Chi verrà in panchina potrà ovviamente essere utile a partita in corso”. Chiusura dedicata agli avversari che non fanno mistero di ambire ancora ad un posto nei playoff. “A Pisa non meritavano di perdere, hanno avuto le loro palle gol. Tra le mura amiche vantano che ha permesso alla squadra di costruir un campionato da protagonisti. Noi andremo in Sicilia convinti di poter imprimere una forte intensità al match. Non abbiamo altra scelta”. (cosenzachannel.it)

Related posts