Tutte 728×90
Tutte 728×90

Seduta mattutina. Intanto il Cosenza ricorre al Tnas

Sotto la pioggia De Rosa ha fatto svolgere ai suoi una partitella ad alta intensità a ranghi ridotti. Ieri mattina Chiacchio ha presentato le sue memoria: sentenza nella prossima settimana.

allenaprimasanvito

I calciatori rossoblù durante una sessione di allenamento (foto rosito)

Seduta bagnata dalla pioggia quella di qeusta mattina al Sanvitino. La truppa rossoblù, guidata da Gigi De Rosa, ha già archiviato le vicende che ieri hanno condizionato il programma degli allenamenti ed è scesa sul terreno di gioco per preparare la trasferta di Roma. Il tecnico silano dovrà fare i conti con l’assenza di Paolo Cotroneo, uscito anzitempo domenica e costretto ancora ai box da un problema al ginocchio. L’infortunio del centrale difensivo, costringerà il tecnico a valutare le possibile variazioni tattiche e non è ancora chiaro se i rossoblù si schiereranno con la difesa a tre o a quattro. E’ molto probabile quindi l’impiego di Ungaro, considerato anche che oggi era assente Musca, ancora alle prese con la febbre. Il gruppo intanto, ha svolto degli esercizi di riscaldamento e poi una partitella a buoni ritmi che ha dato diverse indicazioni al mister pugliese. Biancolino ed Essabr, dopo una prima fase di riscaldamento, hanno sostenuto una seduta in palestra per recuperare dagli acciacchi ed essere arruolabili contro l’Atletico Roma. Domani è previsto un doppio allenamento per la compagine silana. E’ probabile che i lavori si svolgeranno sul sintetico per evitare brutte sorprese. In mattinata si continuerà con il lavoro tattico mentre nel pomeriggio il gruppo dovrebbe svolgere una partitella per curare gli ultimi accorgimenti in vista di un match cruciale per le sorti del campionato. Intanto l’avvocato Eduardo Chiacchio ha presentato il ricorso al Tnas (il Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport) contro l’ulteriore punto di penalizzazione inflitto al club dalla Procura Federale su segnalazione di Palazzi. In prima istanza la Disciplinare ne aveva comminato solo due, mentre poi è stata aggiunta la recidiva. Le memorie del legale rossoblù si basano sul principio del no bis in idem, in base al quale non si può giudicare due volte la stessa azione (nello specifico il mancato pagamento di parte degli emolumenti, nonché al pagamento delle ritenute IRPEF e contributi ENPALS). Discussione e sentenza nella prossima settimana, prima della fine del campionato. Riavere un punto, potrebbe risultare fondamentale per il Cosenza in chiave salvezza. (Francesco Palermo)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it