Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’amarezza di Bruni e la speranza del Tnas

L’amarezza di Bruni e la speranza del Tnas

Il direttore dell’area tecnica si rivolge ai tifosi: “Dispiace aver dato loro una delusione”. In settimana però l’udienza che potrebbe ridare speranze al Cosenza 1914.

Biancolino_sigla_la_rete_del_3-1

Biancolino beffa Ambrosi. Ma il gol stavolta risulterà inutile (foto rosito)

Luca Bruni è più che sconosolato quando si presenta in sala stampa al cospetto dei giornalisti. “La delusione più grande – dice – è non essere riusciti a dare una soddisfazione ai nostri tifosi. Sono arrivati in tanti a Roma affrontando un lungo viaggio. Avrebbero certamente meritato di più. Vederli già dopo il 2-0 col morale sotto terra e poi coglierne gli sguardi alla fine è davvero dura”. In campo l’Atletico Roma non ha lasciato scampo al Cosenza che è tornato a casa con un pesante 4-1 sul groppone. “Il rammarico per la partita è altrettanto grande. Volevamo decisamente un risultato diverso per dare fiato alla nostra classifica, invece adesso ci ritroviamo a dover soffrire tremendamente. La formazione di Chiappara ha disputata una grane gara e non si può dir loro assolutamente nulla. Se molliamo? Assolutamente no, noi abbiamo ancora una speranza e se si dice che è l’ultima a morire ci sarà una ragione”. In settimana si pronuncerà il Tnas sul ricorso presentato dal Cosenza contro l’attribuzione di un altro punto di penalizzazione deciso dalla Procura Federale. “Confidiamo nell’avvocato Chiacchio che nel suo campo è il numero uno. Ci sarà una discussione e poi vedremo cosa si deciderà. Quello che è certo è che la salvezza diretta si giocherà sul filo del rasoio. Il Cosenza ci crede e non molla affatto la presa”.  (co. ch.)

Related posts